Skip to main content

Economia e Lavoro

Promozione del consumo di prodotti agricoli e zootecnici locali - Plauso dell'Arev per la mozione votata in Consiglio

- 0 Comments

"Non possiamo che plaudire a questa mozione poiché sancisce ciò che la nostra Associazione rivendica da anni: il valore del prodotto locale a livello individuale (per il benessere diognuno, a tutte le età) e collettivo (perché l’acquisto di carne locale permette la sopravvivenza di un settore e perché la pratica della monticazione preserva i versanti dall’erosione e dal conseguente rischio idrogeologico)" così il Presidente dell'Arev Dino Planaz in merito alla mozione votata ieri  all'unanimnità dal Consiglio Regionale volta ad avviare una campagna di sensibilizzazione per la promozione del consumo di prodotti agricoli e zootecnici locali.

Il testo, inizialmente proposto dal Movimento 5 Stelle, è il risultato di una sintesi di emendamenti degli stessi proponenti, dell'Assessore Mauro Baccega e dei Consiglieri Elso Gerandin (Mouv') e Chiara Minelli (RC-AC) e intende far avviare, nei tempi necessari, una campagna di sensibilizzazione che coinvolga la popolazione di tutte le età, per la promozione del consumo consapevole di carne, dell'impatto ambientale derivante dalla crescita degli allevamenti intensivi, peraltro non presenti in Valle d'Aosta, e dei benefici ambientali ottenibili, oltre a quelli salutari, prediligendo per la propria alimentazione una dieta bilanciata incentrata sul consumo di prodotti agricoli e zootecnici locali promuovendo il consumo di carne proveniente da allevamenti valdostani che rappresentano un comparto produttivo fondato su aziende ecocompatibili, con corretto carico animale e una gestione tradizionale particolarmente attenta alle condizioni di benessere animale; il tutto in piena coerenza con il progetto "Io mangio valdostano", escludendo prodotti di natura e provenienza incerta.

"Quando abbiamo preso conoscenza della prima stesura della mozione - ricorda il direttore di Arev, Edi Henriet - abbiamo messo in evidenza come essa avrebbe trasmesso un messaggio fuorviante e penalizzante nei confronti dei nostri iscritti, che non praticano l’allevamento intensivo, ma, anzi, praticano un modello di agricoltura sostenibile sovente presa ad esempio per l’efficiente utilizzodelle risorse e la salvaguardia della biodiversità. La successiva interlocuzione con i Consiglieri del Movimento 5 Stelle e con tutti gli altri èstata proficua ed ha condotto a questo risultato, che riteniamo molto importante".

L’Association Régionale des Eleveurs Valdôtains esprime dunque "Il proprio ringraziamento ai 35 Consiglieri Regionali e offre la propria disponibilità a collaborare affinché gli intenti della mozione siano trasformati in realtà".