Skip to main content

Cronaca

Processo Longarini - Le reazioni all'assoluzione

- 0 Comments

Dopo l'assoluzione di Pasquale Longarini, ex Procuratore capo di Aosta, ora giudice civile a Imperia, dalle accuse di induzione indebita, rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento nell'ambito di una indagine, non sono mancate le reazioni.

"Siamo molto felici perché, dopo anni di agonia, è stato riabilitato il nome di Pasquale Longarini" ha commentato l'avvocato difensore Anna Vittoria Chiusano.

"Umanamente e professionalmente sono contentissimo dell'assoluzione di Pasquale Longarini. In Italia vige il principio di non colpevolezza fino a prova contraria, e adesso, in primo grado, è stata riconosciuta la sua innocenza”. Ha sottolineato il procuratore capo di Aosta, Paolo Fortuna.

Longarini è stato assolto dal Tribunale di Milan, perchè il fatto non sussiste, mentre nello stesso procedimento, il 28 marzo l'imprenditore Gerardo Cuomo è stato condannato gup di Aosta Paolo De Paola a 3 anni e 8 mesi di reclusione per corruzione e turbativa d'asta, insieme, insieme, all'ex presidente della Regione Augusto Rollandin (4 anni e 6 mesi per corruzione).

La procura di Aosta contestava loro, e all'ex manager di Finaosta Gabriele Accornero, anche l'associazione a delinquere, nell'ambito della gestione di alcune partecipate regionali, accusa dalla quale sono stati assolti dal giudice.