Skip to main content

Cronaca

Processo corruzione in partecipate - Difesa Rollandin: "Ha agito solo nell'interesse pubblico"

- 0 Comments

Nel processo penale in corso di svolgimento, con 'rito abbreviato' presso il Tribunale di Aosta per corruzione nelle società partecipate, in cui sono imputati l'ex Presidente della Regione Augusto Rollandin, Gabriele Accornero e l'imprenditore Gerardo Cuomo, titolare del Caseificio valdostano, ieri è stato il turno degli avvocati delle difese per le arringhe finali

"In base alla nostra ricostruzione dei fatti l'ex presidente della Regione Augusto Rollandin non ha mai fatto nulla che comportasse favoritismi per Cuomo né ha avviato attività che hanno portato danni all'amministrazione regionale e alle società partecipate, ma anzi ha sempre operato per l'interesse pubblico e per la valorizzazione del patrimonio pubblico. Gli addebiti a lui contestati, pertanto, non sussistono". Ha sostenuto l'avvocato Giorgio Piazzese che insieme Carlo Federico Grosso, assistono Rollandin. L'udienza è stata aggiornata a giovedì, mentre il 28 marzo, giorno in cui salvo rinvii è prevista la sentenza.

Il pm Luca Ceccanti, che rappresenta l'accusa, ha chiesto la condanna a 6 anni di carcere per Rollandin e Cuomo e a sei anni e 6 mesi per Accornero. Secondo l'accusa, Rollandin aveva favorito l'espansione nel capannone di una partecipata regionale (l'Autoporto spa), ricevendo appoggio elettorale (anche un comizio in azienda) e due pneumatici per l'auto.

Nell'aprile 2018 il gip aveva negato il suo arresto. Nel processo, vi sono anche altri quattro imputati, tra artigiani e imprenditori.

In caso di condanna per l'ex Presidente scatterebbe interdizione momentanea a pubblici uffici, che comporterebbe la sospensione dalla carica di consigliere regionaleLe sorti della politica valdostana si incrociano ancora una volta con le decisioni che adotterà la Procura di Aosta.