Skip to main content

Cultura e spettacoli

Pila - Quasi 3000 persone per applaudire Malika Ayane

- 0 Comments

Quasi 3000 persone hanno invaso i prati del Plan de l'Eyve a Pila di per assistere ieri al concerto di Malika Ayane, per il penultimo appuntamento di Musica Stelle Outdoor 2019, e la cantante italo-marocchina non ha deluso le aspettative.

Arrivata circa un'ora prima dell'inizio prima dell'esibizione, la milanese, si è intrattenuta con il pubblico, non negando a nessuno una foto ricordo. Una scelta, quella di arrivare in anticipo, giustificata dalla stessa Malika in apertura del concerto quando, che scusandosi, ha annunciato che a fine esibizione sarebbe scappata via subito, per non perdere un aereo, che da Malpensa l'avrebbe portata a Cagliari, dove era attesa ad un evento nella stessa serata.

L'esibizione durata poco meno di un'ora e mezza ha messo in risalto tutta la bravura e il carisma della milanese. Accompagnata da quattro musicisti, basso chitarra tastiera e batteria, ha riproposto alcuni tra i suoi più celebri successi, in chiave acustica. Un concerto privo di elettronica, basato solo sulla maestria della band, privo di suoni preregistrati o del famigerato autotunes, il software capace di corregge intonazioni e mascherare anche grandi difetti vocali.

Malika Ayane sul palco si è confermato artista matura, capace di scherzare con il pubblico, sicura di se ma non strafottente. Il concerto si è aperto con Thoughts and Cloud e si è concluso con la cover di 'La prima cosa bella'. Immancabili i quattro brani, con cui ha partecipato ad altrettante edizioni del Festival di Sanremo: Come Foglie il cui nuovo arrangiamento ha dato più risalto alla chitarra, Ricomincio da Qui, Nostalgico Presente (brani che hanno vinto il premio delle Critica) e E se poi.

Particolare e divertente il momento in cui, per assecondare una richiesta del pubblico, la cantante ha eseguito 'Chiamami Adesso' pezzo scritto da Paolo Conte, che non cantava da tempo. Fatto che ha causato un certo imbarazzo nel tastierista Carlo Gaudiello, intimorito dal fatto di non ricordarsi tutti gli accordi della canzone. Malika prima dell'esecuzione, scherzando ha esortato tutti a non riprendere l'esibizione con i cellulari.

La Pila SpA, società che gestisce gli impianti di risalita della località, ha prolungato di quasi un'ora e mezza l'orario di apertura della seggiovia Chamolè e della Telecabina per Aosta, per consentire il notevole deflusso di persone accorse al concerto, che si è sommato ai tanti ciclisti che normalmente invadono i tracciati della stazione.

FM