Tu sei qui

Perruchon e Fiorano a Intertux sognando Levi

Data: 0 Comments

Ultimo giorno di allenamento sulle nevi di Intertux per Martina Perruchon, Jasmine Fiorano, Lara Della Mea, Vivien Insam, Lucrezia Lorenzi e Carlotta Saracco che guidate dai tecnici Davide Marchetti e Paolo Croce hanno svolto una proficua sezione di allenamento in vista della oramai imminente stagione agonistica.

Per le due valdostane, specialiste dello slalom speciale le probabilità di partecipare allo prova di Coppa del Mondo di Levi, che si correrà 11 novembre, sono buone. L’Italia dovrebbe avere a disposizione 5 o 6 posti, quattro di questi andranno sicuramente alle ragazze della Squadra A, Chiara Costazza, Irene Curtoni, Manuela Moelgg e Federica Sosio.

Per gli altri pettorali sono in lizza Roberta Midali, anch’essa nella formazione maggiore ma reduce da due gravi infortuni consecutivi, l’ultima gara corsa dalla bergamasca risale al gennaio 2016, proprio per questo potrebbe ripartire a correre dalle prove di Coppa Europa calendarizzate per fine novembre in Scandinavia; stessa decisione potrebbe essere presa per Michela Azzola, che nella passata annata é tornata a sciare dopo più di due anni di stop per problemi alla cartilagine di un ginocchio e Nicole Agnelli che attualmente milita, come la Azzola nel “Gruppo di Interesse Nazionale” perciò fuori dalle formazioni ufficiali.

Se queste tre ragazze verrano effettivamente impegnate da prima in Coppa Europa, la strada per la partecipazione alla massima serie dello sci per le due valdostane sembra spianata, anche per il fatto che le altre ragazze delle squadra di Coppa Europa hanno un punteggio FIS, che determina la possibilità di partecipare alle prove di Coppa del Mondo ed il numero di partenze ad esse, troppo elevato, e che Federica Brignone, quasi sicuramente, non vi parteciperà per recarsi con il resto della squadra polivalenti in America del Nord per preparare le successive prove.

Per Martina Perruchon potrebbe essere la terza prova tra le grandi dello sci mondiale, esordi su questa pista nella passata stagione  in slalom non giungendo al traguardo della prima manche e dovrebbe avere un pettorale di partenza intorno al 60, uno migliore, dato il punteggio FIS più basso spetterebbe a Jasmine Fiorano, circa il 50, per l’aostana si tratterebbe dell’esordio in Coppa dopo due gravi infortuni.

Fabio Marongiu