Tu sei qui

Agente della polizia penitenziaria condannato a tre anni di reclusione

Data: 0 Comments

David Grosso, 43 anni di Aosta, è stato condannato dal gup Colazingari a tre anni e due mesi di reclusione e 2.200 euro di multa. Era imputato di traffico di stupefacenti, corruzione, istigazione alla corruzione, abuso d'ufficio e truffa.

Fino al 2014 Grosso era assistente di polizia penitenziaria al carcere di Brissogne. L'accusa aveva chiesto una condanna a 8 anni di reclusione. Secondo il pm Luca Ceccanti aveva venduto dosi di cocaina e, in cambio di denaro, fatto utilizzare sim e telefoni cellulari ad alcuni detenuti della casa circondariale, oltre ad aver falsificato certificati di malattia per non presentarsi al lavoro.

Il gup lo ha assolto da un episodio di corruzione, riqualificando gli altri in abuso d'ufficio, e ha ridimensionato l'accusa di spaccio.

Il suo avvocato ha annunciato il ricorso in Appello. Grosso è stato processato con il rito abbreviato.

La Redazione