Skip to main content

Politica e Istituzioni

Paolo Linty lascia la gestione della Maison du Val d'Aoste a Parigi

- 0 Comments

"Quando ho iniziato a lavorare a Parigi i turisti francesi che partivano in un anno per trascorrere le loro vacanze in Valle d’Aosta erano 69.712. Dal 1° gennaio prossimo farò un altro lavoro e oggi, mentre mi preparo a questo cambiamento, sono 108.471. Il resto? Chiacchiere e distintivi. Grazie a chi ha creduto in me, a chi ha lavorato con me e a chi mi ha sostenuto. Vive la Vallée d’Aoste, toujours" con questo post sulla sua pagina Facebook Paolo Linty, titolare della società Linty Conseils, ha annunciato che lascerà il 31 dicembre 2019 la gestione della Maison du Val d'Aoste a Parigi.

Contattato telefonicamente dall'Ansa, spiega "Finisco un lavoro iniziato 13 anni fa con dei risultati positivi, questo nessuno me lo può sindacare".

Nelle scorse settimane la procura regionale della Corte dei conti della Valle d'Aosta ha confermato l'apertura di un'istruttoria su un possibile danno erariale legato alla sede di rappresentanza della Regione nella capitale francese.

"Dell'indagine della Corte dei conti - afferma Linty - non so nulla. Io partecipo a un appalto e faccio le cose che il contratto mi dice di fare. La cosa non mi tange".

Attualmente la sua società gestisce la struttura in regime di proroga, in attesa dell'espletamento della gara d'appalto per la gestione nel secondo semestre 2019. Finaosta versa circa 160.000 euro annui alla sua società che, in base al capitolato d'appalto, deve far fronte anche a due unità di personale.

"Se partecipo solo io - conclude Linty - è perché il capitolato richiesto, per rapporto alla somma a base d'asta, fa che poi ci sia sempre solo io"