Tu sei qui

Paolo Borelli nuovo responsabile della SSD Dermatologia

Data: 0 Comments

Il dott. Paolo Borrelli, specialista in allergologia, sarà il nuovo responsabile della SSD Dermatologia, l’incarico decorrerà dal 16 maggio 2018

Novità nel settore della Dermatologia. L’Azienda USL, a seguito dell’espletamento delconcorso avvenuto nello scorso mese di febbraio, ha implementato e consolidato la dotazione organica degli specialisti nella branca di dermatologia. Sono difatti entrati in ruolo due specialisti a tempo pieno. Ad essi si affianca una specialista che opera in ambito territoriale. Sono quindi venute a determinarsi le condizioni per interiorizzare il servizio che, fino ad ora, contava su una convenzione con l’Istituto Radiologico Valdostano (IRV), stipulata temporaneamente per contenere i tempi di attesa.

La struttura semplice dipartimentale di Dermatologia, ai sensi del nuovo Atto Aziendale, è parte integrante del Dipartimento delle Discipline mediche, diretto dal dott. Giulio Doveri.

La variazione di collocazione della Dermatologia – spiega al riguardo il dott. Doveri – ha influenzato sostanzialmente l’organizzazione della struttura in quanto ne ha determinato una autonomia clinica. Sulla base di esperienze europee in cui la Dermatologia e l’Allergologia sono parte integrante della stessa specialità, abbiamo optato per associare le due specialità”.

Al dott. Paolo Borrelli, specialista in allergologia, è stato conferito - con deliberazione del Commissario del 10 maggio scorso – l’incarico triennale di responsabile della SSD Dermatologia, che decorrerà dal 16 maggio 2018. Il dott. Borrelli è attualmente affiancato da un altro specialista allergologo che opera nelle strutture territoriali.

Vista la consolidata esperienza e l’ottimo curriculum scientifico e professionale del dott. Borrelli – conclude Giulio Doveri – la direzione ha deciso di affidargli l’incarico di responsabile della struttura. Questa nuova organizzazione permetterà innanzitutto di valorizzare i servizi clinici, sia di dermatologia che di allergologia, e di ottimizzare le risorse assegnata alla struttura, migliorando così l’efficienza nell’interesse dei cittadini”.