Skip to main content

Politica e Istituzioni

Operazione anti ndrangheta - 16 arresti, 3 politici coinvolti, Comune di Saint-Pierre a rischio scioglimento

- 0 Comments

Sono state 16 le persone arrestato nell'operazione anti ndrangheta condotta dai Carabinieri di Aosta su disposizione della DIA di Torino. Tra le persone sottoposte alla misura di limitazione della libertà anche Marco Sorbara, Consigliere regionale eletto nelle file di Unione Valdostaine ed ex Assessore alle Politiche sociali del Comune di Aosta, Nicola Prettico consigliere comunale ad Aosta, e Monica Carcea Assessore al Bilancio del Comune di Saint-Pierre.

L'operazione sopranominata Geenna ha portato in carcere anche Marco Di Donato, Bruno Nirta (fratello di Giuseppe, ucciso in Spagna nel 2017) e del ristoratore Antonio Raso, che per gli inquirenti sarebbero i promotori del sodalizio. L'ndrangheta in Valle secondo gli inquirenti avrebbe fatto negli anni un 'salto di qualità' infiltrandosi non solo nelle attività economiche, ma anche nel tessuto sociale andando a condizionare la libertà del voto degli individui, condizionando i risultati elettorali.

Sorbara, secondo la Procura, aggiornava minuziosamente Raso sugli accadimenti in Giunta comunale, ed interveniva su suo mandato per risolvere i problemi dei 'calabresi'

Prettico secondo quanto ricostruito dai magistrati ambiva ad entrare nella loggia massonica di San Firmino facente capo all'obbedienza calabrese anno domis

Carcea eletta nel Comune di Saint-Pierre, con l'aiuto di Di Donato si rivolgeva ai tre per appianare le tensione in Consiglio comunale, ed avrebbe favorito il rinnovo del servizo pubblico locale affidato al cognato di Raso. Questi elementi potrebbero portare allo scioglimento del Consiglio comunale e al ritorno alle urne, previo commissionariamento.