Skip to main content

Sport

Olimpiadi Invernali 2026 - Stop alla candidatura Torino, Milano, Cortina

- 0 Comments

Tramonta definitivamente il progetto di una Olimpiade Invernale, quella che si svolgerà nel 2026, diffusa su buona parte del territorio del Nord Italia, che vedeva come capifilo Torino, Milano e Cortina. 

A mettere la parola fine a questo innovativo e discutibile dossier, é stato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, in commissione Istruzione al Senato, che ha spiegato che é mancato la concordia e voglia di portare avanti il dossier soprattutto dai sindaci di Torino, Chiara Apprndino del Movimento 5 Stelle, e di Milano, Giuseppe Sala del Partito democratico.

Un’ennesima sconfitta per lo sport italiano, alla quale però in questo momento si stanno opponendo i Governatori della Lombardia Attilio Fontana, e del Veneto Luca Zaia, entrambi esponenti della Lega. 

Proprio l’esponente politico del NordEst ha rilancio l’idea di una Olimpiade del Lombardo-Veneto, incentrata su Cortina e sulle località alpine della Valtellina, Bormio Livigno e Santa Caterina di Valfurva. 

Con l’uscita di scena di Torino, sfuma anche il sogno/progetto, candeggiato dall’Assessore allo Sport della Valle d’Aosta Claudio Restano, di inserire tra il novero delle località, che ospiteranno i giochi anche qualche stazione della nostra regione.

Nell’agosto scorso, fu lo stesso Restano ad annunciare questa possibilità, dichiarando che il Governo regionale era pronto ad investire energie e capitali nel progetto.