Tu sei qui

Verso la nuova Giunta - Viérin "Siamo pronti ad affrontare le sfide del futuro"

Data: 0 Comments

È iniziato poco dopo le 9 il Consiglio Regionale straordinario che darà in giornata vita alla nuova Giunta Regionale guidata da Laurent Viérin dell'Uvp.

Nel suo discorso programmatico il candidato Presidente ha sottolineato che "Questo progetto vede oggi quattro forze politiche unite da idee e condivisioni d'intenti e di impegni. Siamo pronti ad affrontare le sfide del futuro, partendo dai rapporti con lo Stato e l'Europa, le questioni finanziarie urgenti, che si tradurranno nel DEFR e nel bilancio, nell'ottica di dare risposta a quesiti ad oggi insoluti. Le energie che abbiamo messo in campo hanno cercato di modellare obiettivi urgenti ma anche prospettive per l'avvenire. Ribadisco il ringraziamento a chi ha lavorato lasciando da parte le divisioni, i personalismi; ringrazio per i passi avanti e per quelli indietro. È giunto il momento di fare fronte comune, di ritrovarci sugli ideali in cui crediamo".

Ha quindi illustrato le linee programmatiche d'urgenza dai rapporti con lo Stato e l'Europa (rafforzamento di tali rapporti anche attraverso l'individuazione e l'implementazione di idonee strutture tecniche e politiche in seno all'Amministrazione regionale) all'accessibilità (definizione degli accordi con RFI; sviluppo e incentivazione della mobilità elettrica in ottemperanza alla legge regionale 22/2016 e il Piano strategico dei trasporti, passando dai collegamenti intervallivi al Piano cantieri forestali con l'ampliamento e rilancio dei cantieri forestali con riapertura della graduatoria finalizzata a nuove assunzioni, con almeno 120 giornate lavorative, togliendo i limiti di età e la clausola sociale.

E ancora valorizzazione dei terreni agricoli e forestali abbandonati e sotto utilizzati, rafforzamento dei principi e delle azioni contenute nella legge regionale in materia di promozione degli investimenti, al fine di accrescere in modo concreto e sussidiario l'attrattività e la competitività del sistema economico della Valle d'Aosta, misure di sostegno alla natalità, alla famiglia e alle persone con disabilità e migliore accesso alle cure per tempi, riduzione delle liste di attesa, e logistica, potenziamento dei servizi sanitari sul territorio; efficientare l'organizzazione dei servizi per gli anziani attraverso la razionalizzazione e l'unificazione della gestione; valorizzare le competenze in possesso dei giovani laureati e laureandi in discipline sanitarie e sociali; migliorare l'accesso dei cittadini alle cure attraverso il potenziamento dei servizi sanitari sul territorio, poliambulatori e medicina di gruppo, e la riduzione dei tempi di attesa; sbloccare l'assunzione della scelta definitiva sul futuro presidio ospedaliero e sviluppare reti cliniche interregionali nell'ambito del neo-approvato Accordo di confine con la Regione Piemonte, in particolare per le patologie tempo-dipendenti e l'alta specializzazione chirurgica, prosecuzione del rilancio del settore agricolo e piano straordinario dell'uso razionale delle acque; rilancio del settore edilizio e tutela del territorio.

In merito a Cva, la Compagnia Valdostana delle Acque, il programma prevede il prosieguo dell'iter di valutazione della quotazione in borsa e sviluppo delle politiche energetiche e sull'Università, finanziamenti per la realizzazione del piano triennale di sviluppo, senza dimenticare la nuova sede ospedaliera con interventi di valorizzazione del sito archeologico.

Al. Bi.