Tu sei qui

L'ultima freccia - Sciabole e champagne

Data: 0 Comments

Gli antichi ordini cavallereschi hanno avuto molto a che fare, in passato, con cappa, spade e sciabole. Non è che si trattasse di strumenti di pace, ad essere realisti. Per quanto a disposizione dei gradi sociali più elevati, queste armi da taglio risultavano sempre letali. L'unica nota di rilievo è che, utilizzata dalla nobiltà, la sciabola trovava limiti cavallereschi prima dell’estrema ratio.

Per quanto lo champagne sia un vino nobile per eccellenza, si comprende poco il downgrade, la retrocessione della sciabola a strumento di apertura di pur nobili bottiglie. A meno che alle due cose non trovi comunanza un terzo elemento assai più affine alla presenza del vin, bon o meno basta che vin sia, che non alla guerra e ad eroismi lontani dalla nobiltà di condizione, etica e morale degli sciabolatori de nos jours.

Com’è, come non è, pare che l’anomalo sistema sia tutt'ora in uso. Poco, limitato a tipologie ben precise e a situazioni che meriterebbero ampia pubblicità ma ancora in uso. In un’era di palesi conflitti di interesse, di vendesi e di saldi di fine stagione, per accumulate stagioni plurime, basta sempre meno. A.D. 2018

Maurizio Moscatelli