Tu sei qui

Luci e ombre nel week-end di Coppa del Mondo di Sci per i valdostani

Data: 0 Comments

Si è concluso tra luci e ombre il secondo weekend di sci agonistico mondiale per i valdostani, impegnati a Lillehammer nel fondo e a Beaver Creek nell’alpino.

Partiamo dalla note liete: Greta Laurent, brava a guadagnarsi il posto per la KO Sprint di sabato, in una gara avvenuta qualche giorno prima, lei che dal termine della passata stagione, non è più nei ranghi della squadra nazionale maggiore, ha colto un’incoraggiante 30 esimo posto finale alla sua prima prova di Coppa del Mondo nella stagione.

Francesco De Fabiani, dopo i deludenti risultati delle prime gare di Ruka, il gressonaro ha dato segnali positivi nella Skiattlon di domenica piazzandosi al 18esimo, convincendo soprattuto nella prima parte della gara, la 15km a tecnica classica, la sua specialità, per poi perdere qualcosa, come prevedibile, nella seconda frazione la 15km a skatting.

Federico Pellegrino, Lillehammer non è la sua pista, e nella KO Sprint di domenica a tecnica classica ha ottenuto un’incolore 19esimo posto, ora per fortuna del poliziotto di Nus arrivano le gare e piste a lui più favorevoli.

Guglielmo Bosca a Beaver Creek ha corso in SuperG e Discesa Libera, qualche errore di troppo gli ha impedito di concludere in zona punti la prima gara, è stato molto convincente nelle parte iniziale molto tecnica, per poi compromettere la prestazione con un errore nella parte centrale quella pianeggiante quella apparentemente più semplice. In discesa invece ha preso troppo nelle zone pianeggianti, sempre troppo lento, forse il setup dei materiali nella specialità non è ancora a posto.

Henry Battilani, ha corso anche lui la gara di discesa, non convincendo, probabilmente deve ancora recuperare dall’ultimo infortunio.

Fabio Marongiu