Skip to main content

Comuni e Territorio

L'Hospice dell'Ospedale Beauregard verrà intitolato alla memoria di Ivana Meynet

- 0 Comments

In chiusura dei lavori del Consiglio Regionale, ieri, è stata approvata all'unanimità una mozione per intitolare i locali della Struttura semplice cure palliative e hospice dell'Ospedale Beauregard di Aosta a Ivana Meynet. Il testo impegna la Presidenza della Regione e, per quanto di competenza, l'Azienda USL della Valle d'Aosta, ad assumere le iniziative necessarie.

"Ivana, prematuramente scomparsa lo scorso 17 ottobre - ha evidenziato la Presidente del Consiglio, Emily Rini -, può essere considerata a tutti gli effetti uno dei pionieri in Valle d'Aosta delle cure palliative e dell'accompagnamento al fine vita dei pazienti e delle loro rispettive famiglie: un impegno concreto, ricco, riconosciuto in modo trasversale. Con questa iniziativa, vogliamo ricordare la figura di questa giovane donna e mamma e l'importanza che ha avuto in Valle d'Aosta nello sviluppare, fare conoscere e sostenere, con professionalità e umanità esemplari, le cure palliative. La legge prevede l'obbligo di attendere 10 anni prima di dedicare un qualunque spazio a una persona scomparsa: è però ammessa una deroga in casi eccezionali. Questo è uno di quelli, per una persona i cui meriti e la cui ispirazione devono essere ricordati e tramandati".

L'importanza del ricordo di Ivana Meynet, riconosciuta come figura esemplare, "Capace di dimostrare un valore umano e una dedizione fuori dal comune" è stata ribadita negli interventi dei Consiglieri Patrizia Morelli (AV), Flavio Peinetti (UV), Chiara Minelli (RC-AC) e dell'Assessore al Turismo Laurent Viérin (AV).

L'Assessore alla Sanità, Mauro Baccega, ha ricordato "Non solo il suo eccezionale contributo, ma anche la sua disponibilità e la sua capacità di affrontare tutte le situazioni, quelle liete come quelle meno liete. Il tutto unito a un estremo attaccamento alla comunità valdostana, della quale aveva scelto di mettersi al servizio. La Giunta si impegnerà quindi ad arrivare alla deroga rispetto alla norma, per una donna tanto grande e tanto eccezionale"

Il Vicepresidente della Regione Renzo Testolin ha definito l'importanza di "Intitolare questo spazio a una persona capace di dare un esempio partendo dal basso, evidenziando quell'attenzione di cui il popolo valdostano è capace nel momento della necessità e la grande capacità di azione di tutti coloro che lavorano mettendo in pratica i valori più profondi della vita".

a.b.