Skip to main content

Comuni e Territorio

Lettere al Direttore - Courmayeur, Emilio Vaglio si rivolge a Paolo Corio

- 0 Comments

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Emilio Vaglio, padre del consigliere comunale di Courmayeur Alberto, con la quale pone delle domande a Paolo Corio, restando a disposizione di quest'ultimo per una eventuale risposta.

 

Courmayeur 24 giugno 2019

Preg.mo Direttore

Prima di accingermi a scrivere alcune righe rivolte al Vice Sindaco di Courmayeur ho riflettuto molto, in quanto oltre ad essere un cittadino di Courmayeur e non di meno un iscritto ad EPAV sono orgogliosamente padre di Alberto Vaglio, persona direttamente interessata all’argomento che da tempo voglio trattare, ma che, proprio per effetto della strettissima relazione parentale ho, mio malgrado, sempre procrastinato nel tempo.

Ora però il vaso è colmo e pur conscio che non tutti i concittadini di Courmayeur comprenderanno che la presente iniziativa va ben oltre al rapporto di sangue e che comunque l’avrei intrapresa molto prima, anche quale semplice iscritto, convinto che mio figlio Alberto non abbia bisogno di “avvocati difensori” e abbia la determinazione, la forza e le competenze per affrontare in solitaria le questioni politico/amministrative, Le chiedo anticipatamente scusa di entrare, a gamba tesa, sull’argomento DIMISSIONI DA EPAV DI CORIO.

EPAV è un Movimento nato nel maggio 2017 in nome della COERENZA-CORRETTEZZA-AMICIZIA un Movimento del quale il sig. Corio si vanta di aver condiviso la nascita ed il percorso, ma ora improvvisamente ricusa il tutto e dichiara pubblicamente “la mia adesione a EPAV oggi perde valore”.

Poco male, per quanto mi concerne non è una grossa perdita, probabilmente d’ora innanzi non avrà più il “tutor” che lo ha affiancato per 5 anni quando faceva il Consigliere di Minoranza e chi gli ha offerto “gratuitamente” la spalla ogni qual volta, quale Vice Sindaco, sentiva la necessità di sfogarsi riguardo a comportamenti del suo Sindaco Miserocchi, a suo dire poco incisivo, attendista….. e di altrettanto presunti comportamenti inadeguati…. dei suoi colleghi di Giunta.

Fatte queste doverose premesse che già inquadrano il personaggio mi preme rivolgere al Dr. Ing. Corio alcune domande alle quali sono sicuro non sfuggirà.

-Come e quando il sig. Corio è stato scelto, nell’ambito della lista Esprit Courmayeur, quale Vice Sindaco, a chi deve tale scelta e chi si è esposto personalmente affinché lui assurgesse a cotanta carica?

-Ricorda il sig. Corio che EPAV è stata comunque condizionata dalle sue legittime scelte in ordine a determinati posizionamenti politici?

-Ora il sig. Corio sbandiera il suo netto rifiuto alle imposizioni politiche in nome della COERENZA, ma forse non ricorda di aver più volte pronunciato in pubblico che “quelli di Esprit Courmayeur non si rendono conto che in politica se non si può contare sull’appoggio di un Partito e/o un Movimento non si fa molta strada”?

-E’ forse per questo motivo che Corio, già nel settembre 2018, in occasione della presentazione del documento programmatico propedeutico alla verifica di maggioranza, quando si è presentata l’occasione di dare il proprio contributo al Movimento Politico che lo ha, di fatto, impalmato al suo primo ed ultimo scranno in Valle d’Aosta, ha rilasciato le seguente dichiarazione: “Non prendo ordini da nessuno e nemmeno da gruppi politici” ?

-Come mai Corio, nonostante non voglia prendere ordini da nessun gruppo politico, non ha rassegnato già in quel momento le dimissioni da EPAV, anzi con un colpo di trasformismo, ha addirittura accettato l’offerta che, nonostante tutto, il Movimento gli ha fatto proponendogli di entrare nel Comitato Regionale del Movimento.? La classica politica dei 2 forni…

Nel dichiarare fin d’ora che non entrerò più in polemica con certi personaggi inclini allo sport dell’equilibrismo, in quanto dopo averli giudicati, non li degno più della benché minima considerazione, La ringrazio per l’attenzione e Le porgo cordiali saluti.

EMILIO VAGLIO Courmayeur