Tu sei qui

La Valle d'Aosta molto apprezzata dai viaggiatori di TripAdvisor

Data: 0 Comments

La Valle d’Aosta è una destinazione in forte crescita e le strutture ricettive della regione, secondo i dati TripAdvisor, hanno un gradimento medio di 4.23, punteggio altissimo se si considera che il valore massimo assoluto è pari a 5. Questi sono alcuni degli aspetti emersi oggi dall’incontro “A tu per tu con TripAdvisor: confronto tra le imprese ricettive della Valle d’Aosta e il sito di viaggi più grande del mondo” organizzato da Confindustria Valle d’Aosta, Associazione Italiana Confindustria Alberghi e TripAdvisor, la prima occasione nella Valle per un confronto diretto tra TripAdvisor, all’attivo oltre 535 milioni di recensioni e 415 milioni di visitatori unici al mese, e gli operatori del territorio.

“La brand reputation delle strutture ricettive passa sempre di più dalla rete perché le referenze pesano nella scelta delle mete turistiche - ha detto Edda Crosa, Direttore di Confindustria Valle d'Aosta - l’incontro di oggi con Tripadvisor, organizzato grazie a Confindustria Alberghi, vuole essere un nostro piccolo sostegno agli operatori per aiutarli lavorare in maniera sempre più profittevole con i Social media e trarne il massimo beneficio. La Valle d’Aosta si conferma una punta di diamante come destinazione turistica, ma per mantenere il livello è necessario conoscere bene gli strumenti e le metodologie per il controllo del proprio posizionamento”

Ottime notizie da TripAdvisor per la Valle d'Aosta, molto apprezzata dagli utenti del portale “Con questo incontro - ha spiegato Valentina Quattro, Associate Director, Communications Italy TripAdvisor - abbiamo voluto non solo spiegare come utilizzare TripAdvisor al meglio ma anche analizzare i nostri dati per capire come è percepita la Valle d’Aosta sul sito con il fine di fornire informazioni utili al settore. E le notizie sono ottime! La regione dimostra di essere molto apprezzata dai viaggiatori di TripAdvisor: non solo gli alloggi hanno ottenuto un ottimo punteggio medio l’anno scorso ma anche le attrazioni con 4.02 e i ristoranti con 3.85. Inoltre, sempre in riferimento al 2016, è interessante notare che sono Regno Unito, Stati Uniti e Germania i Paesi ad aver dimostrato più interesse nella Valle d’Aosta”.

Per Barbara Casillo, Direttore di Associazione Italiana Confindustria Alberghi “Questo incontro in Valle d’Aosta è stato particolarmente interessante anche per noi. Il web ha un ruolo ormai imprescindibile per il settore e i cambiamenti sono continui e veloci. Il confronto tra gli operatori e i player della rete di cui TripAdvisor è uno dei maggiori, offrono anche a noi indicazioni importanti a capire come si sta muovendo il mercato”.

La Redazione