Skip to main content

Cultura e spettacoli

La mostra "Danni collaterali" di Ugo Lucio Borga: nuovi appuntamenti a marzo

- 0 Comments

Della guerra si può e si deve parlare. Realtà che sembrano lontane, che non si possono sperimentare sulla propria pelle ci lasciano spesso indifferenti. Ma la cronaca ci insegna che il mondo sta diventando sempre di più una casa comune in cui si arriva spesso a condividere lo stesso destino.

In questo senso, la rappresentazione fotografica di Ugo Lucio Borga in mostra la Museo Archeologico Regionale è accompagnata da nuovi eventi, incontri e manifestazioni che mirano a sensibilizzare anche il pubblico valdostano sul tema della guerra, riflettendo soprattutto sulle sue conseguenze nefaste.

Sono 5 gli appuntamenti per il mese di marzo, tra cui uno spettacolo treatrale dove musica, danza, poesia e luci si fonderanno in un'unica rappresentazione artistica per raccontare la guerra globale e gli esodi dei popoli nei nostri giorni.

Di seguito il calendario degli appuntamenti:

Mercoledì 13 marzo ore 17.30: visita guidata alla mostra (la visita non comporta maggiorazioni di costo rispetto al biglietto di ingresso);

Sabato 16 marzo ore 17.00: analisi e lettura del celebre lavoro del fotografo Robert Frank, The Americans, a cura di Ugo Lucio Borga (l’ingresso è libero);

Domenica 17 marzo ore 16.00: incontro sui conflitti nella Repubblica Democratica del Congo, Repubblica centrafricana, Sud Sudan, a cura di Ugo Lucio Borga (l’ingresso è libero);

Domenica 24 marzo, alle ore 15.30 e 17.30: andrà in scena la performance teatrale Sarab: Miraggio che tratta argomenti di attualità, quali la guerra globale e l'esodo dei popoli. La musica e la danza sono a cura di Mamima Swan e Suono, Gesto, Musica e Danza, le performance video ed elettroniche di Silent media lab, le immagini e i testi di Ugo Lucio Borga, interpretati dall’autore e da Alexine Dayné, le luci di M-Lab (prenotazione obbligatoria al numero 0165.275902);

Venerdi 29 marzo ore 17.00: Marco Maggi dialoga con Borga su I Fototesti come terreni contesi (l’ingresso è libero).

 

Ricordiamo che l’esposizione Ugo Lucio Borga. Collateral damages, a cura di Daria Jorioz, si compone di 120 fotografie in bianco e nero, che mettono in luce i drammatici “danni collaterali” di una guerra, cioè le vittime civili. La mostra, il cui allestimento è arricchito da un video, resterà aperta sino a domenica 31 marzo 2019 (orario 10-13 e 14-18, chiusa il lunedì). Biglietto intero 3 euro, ridotto 2 euro; Alpitur 50%; entrata gratuita per i minori di 18 anni.