Skip to main content

Sport

Hockey - I piccoli Gradiators 'fanno sul serio' a Bolzano e Auronzo di Cadore

- 0 Comments

Fine settimana impegnativo quello appena trascorso per HC Aosta Gladiators che li ha visti partecipare a due tornei internazionali: a Bolzano per gli under 8 nel Torneo Internazionale Primavera e ad Auronzo di Cadore in provincia di Belluno per gli under 10 nel Memorial R. Caldart.

La nona edizione, il Torneo Internazionale Primavera, per gli under 8, organizzato dall'HCB Foxes Academy di Bolzano ha avuto la partecipazione di 16 squadre in rappresentanza di sei diversi Paesi: Italia, Austria, Germania, Svizzera, Repubblica Ceca e Slovenia. Per i “piccoli” Gladiators è stata l'occasione per misurarsi con una vasta schiera di avversari, uscendo dal panorama dei raggruppamenti interregionali disputati sinora.

I Galdiators, guidati dal coach Michael Lattanzi hanno dovuto affrontare nel girone B Villacher VSV, München e Kloten. Dopo aver subito la sconfitta da parte del VIllacher, si sono imposti contro Monaco. Nella terza partita del girone I gladiators hanno potuto fare poco contro i Kloten, ma sono rimasti in competizione.

Fuori dal girone, negli incontri contro l'Augsburger, Zoldo/Alleghe e Innsbruck, i valdostani non sono riusciti ad ottenere neanché una vittoria.

Per questa categoria, il premio più importante è "la prova generale dell'esperienza", così come hanno dimostrato i protagonisti della HC Gladiator, regalando sorrisi alla fine dell'esperienza che li ha visti "fare sul serio".

HC Aosta Gladiators: Raphael Carta, Davide Boscolo, Ethienne Montegrandi, Simone Nardella, Lyam Garau, Christian Sangiorgio, Simone Minniti, Xavier Rosset, Lorenzo timpano, Bernardo Donadelli, Gioele Dayné, Francesco Miele, Samuel Parolo. Coach: Michael Lattanzi.

 

La ventiduesima edizione del memorial “Rodolfo Caldart” Under 10, disputato sul ghiaccio di Auronzo di Cadore (BL), ha visto la partecipazione di 12 squadre italiane a cui si aggiungeva una compagine ungerese con 2 formazioni.

Il torneo a girone unico ha chiesto a tutti i partecipanti uno sforzo supplementare di fisico e concentrazione, che la squadra dei Gladiators a interpretato molto bene ottenendo alla fine delle 13 partite solo due pareggi (contro Zoldo/Allenghe e contro MAC Budapest 1) e 11 vittorie.

Forti del risultato iniziale, I gladiators hanno affrontato nella semifinale proprio Zoldo/Allenghe, favoriti del torneo (le bestie nere del girone). L'ottima prestazione dei valdostani ha portato ad un pareggio risolto ai rigori con la vittoria dei Gladiators che sono diventati i finalisti del torneo contro i temuti MAC Budapest 1.

Come nella semifinale, alla fine dei tempi regolamentari, la finale vede le due squadre in pareggio. La concentrazione, la velocità e la precisione permettono ai Gladiators di superare gli avversari segnando due volte mentre gli ungheresi non riescono a mettere a segno nessun punto nei rigori.

E' una vittoria che dimostra che la preparazione della squadra valdostana è tale da poter affrontare con successo squadre importanti, nell'"hockey che conta". Un avvio nei tornei che per i Gladiators rappresenta la conferma delle capacità e la responsabilità della posizione che occupano nel panorama del hockey a livello nazionale.

HC Aosta Gladiators: David Cout, Giacomo Meucci, Samuel Picco, Samuele Giovinazzo, Giulio Pititto, Simone Giuliani, Andrea Giacometto, Federico Sinigaglia, Stefano Terranova, Luca Torchio, Angelo Zandegiacomo. Coach: Davide Picco.