Tu sei qui

Hockey - I match del HC Aosta Gladiators del fine settimana

Data: 0 Comments


Come ogni lunedì torna l’appuntamento con il match report del HC AOSTA GLADIATORS

 

Under 11, Torneo internazionale, Patinoire di Aosta, Sabato 14-Domenica 15 Aprile 2018

Girone – Squadra nera
HC Aosta Gladiators “neri” - HC Academy 2-3
HC Aosta Gladiators “neri” - HC Fassa 2-2
HC Aosta Gladiators “neri” - Megève 3-6
HC Aosta Gladiators “neri” - HC Ascona 3-2
HC Aosta Gladiators “neri” - HC Bulle 3.1
HC Aosta Gladiators “neri” - HC Milano Rossoblu 2-1
HC Aosta Gladiators “neri” - Pinerolo 4-3

Fase successiva – Squadra nera
HC Saint-Gervais - HC Aosta Gladiators “neri” 3-0
HC Aosta Gladiators “neri” - Megève 0-5
Chiasso - HC Aosta Gladiators “neri” 6-0

Piazzamento finale squadra nera: ottava.

Girone – Squadra bianca
HC Aosta Gladiators “bianchi” - HC Bolzano 0-1
HC Kloten - HC Aosta Gladiators “bianchi” 7-0
HC Saint-Gervais - HC Aosta Gladiators “bianchi” 7-2
HC Aosta Gladiators “bianchi” - HC Morges 2-2
HC Chiasso - HC Aosta Gladiators “bianchi” 
HC Auronzo - HC Aosta Gladiators “bianchi” 4-0
HC Aosta Gladiators “bianchi” - HC Chamonix 2-6

Fase successiva – Squadra bianca
HC Ascona - HC Aosta Gladiators “bianchi” 5-2
HC Aosta Gladiators “bianchi” - Morges 1-7
HC Aosta Gladiators “bianchi” - Milano 1-5

Piazzamento finale squadra bianca: sedicesima.

HC Aosta Gladiators “neri”: Boscolo, Reale, Lenta, Cirina, Berti, Tacchella, Sangiorgio, Tappella, Muraro.

HC Aosta Gladiators “bianchi”: Cout, Pititto, Picco, Terranova, Giuliani, Giacometto, Sinigaglia, Bredy, Pasquali, De Martino.

Coach di entrambe le formazioni: Picco e Comiotto. Assistant coach: Michael Lattanzi.

 

Allegra kermesse dedicata all'Under 11, questo fine settimana, alla Patinoire di Aosta. I Gladiators schieravano, come quasi sempre accade quando si disputano tornei casalinghi, due squadre. La “nera” era fatta di giocatori pienamente in categoria (classi 2007 e 2008), che hanno disputato anche il relativo campionato, mentre la “bianca” aveva l'obiettivo di consentire un'esperienza nuova ai suoi giocatori, provenienti tutti dalle fila dell'U9.

La rosa delle partecipanti era composita (con compagini che arrivavano sia dal resto d'Italia, sia dalla Svizzera), per un livello complessivamente elevato. La squadra nera ha chiuso all'8° posto, mentre la bianca al 16°. Entrambe hanno fatto del loro meglio, con qualche “scivolone” (che ci sta, visti i dieci incontri in calendario in due giorni) e facendo vedere delle belle cose. Con un tabellone tanto ampio ed eterogeneo, l'importante era che coach Picco e Comiotto (coadiuvati da Lattanzi) vedessero l'impegno. E di tutto si può dire, salvo che i baby Gladiatori non prendano sul serio un appuntamento del genere.
 

 

Under 12, Torneo internazionale, Pinzolo (Trentino), Venerdì 13-Sabato 14-Domenica 15 Aprile 2018

Fase di qualificazione
HC Slavoj Cesky – HC Aosta Gladiators 4-0
HC Aosta Gladiators – HC Valrendena 12-1
Publicis Lions – HC Aosta Gladiators 4-0

Playoff
HC Aosta Gladiators – A.S.D. Hockey Pergine 6-0

Finale 5/6° posto
Hockey Bunnies – HC Aosta Gladiators 2-3

Piazzamento finale HC Aosta Gladiators: quinti (su otto partecipanti).

 

HC Aosta Gladiators: Lorenzo Lamberti, Simone Cosentino, Giorgio Blanchet, Marco Cosentino, Alessandro De Santi, Matteo Giacometto, Sebastiano Madaschi, Loris Mattioli, Edoardo Muraro, Matteo Mazzocchi, Elia Carissimi, Lorenzo Pilan, Mattia Gay, Ruben Brancaglion, Filippo Borraccino, Alessandro Carbone, Ivan Nervi. Coach: Luca Giovinazzo.

Finisce con un quinto posto, risultando i migliori piazzati delle tre compagini italiane partecipanti (le altre provenivano tutte dalla Repubblica Ceca), l'avventura dei Gladiators nella “Ice Cup” di Pinzolo, in Trentino Alto-Adige. Il torneo, suddiviso su tre giorni, ha visto un girone complesso per i nostri, sconfitti dallo Slavoj Cesky, vincenti sul Valrendena e nuovamente superati dal Publicis Lions.

Risultati che, vista la formula del tabellone, hanno fatto sfumare le possibilità concrete di inseguire posizioni di testa. E' scattato il play-off contro l'altra italiana, il Pergine, superato per 6-0. Un risultato utile che ha consentito ai ragazzi di Giovinazzo di giocarsi il 5/6° posto contro gli Hockey Bunnies. Una partita tirata, alla fine della quale i nostri si sono imposti per 3-2. 

Nell'insieme, una opportunità comunque utile, sia per misurarsi con compagini straniere di livello elevato, sia per provare le linee della futura U12 dei Gladiators. Di tutto si può dire della nostra società, ma non che soffra d'immobilismo. Questa non è ancora finita, ma la prossima stagione è già dietro l'angolo.
 

 

U13, Torneo di Comitato, Canazei (Trentino), Venerdì 13-Sabato 14-Domenica 15 Aprile 2018

Lombardia – Piemonte/Valle d'Aosta 0-7
Trentino – Piemonte/Valle d'Aosta 2-7
Piemonte/Valle d'Aosta – Veneto 4-0
Alto-Adige – Piemonte/Valle d'Aosta 0-2

Piazzamento finale rappresentativa Piemonte/Valle d'Aosta: prima.

Atleti soc. Gladiators nella selezione: Gabriel Montini, Dennis Perino, Tommaso Madaschi, Alessandro Minniti, Marta Mazzocchi.
 

Tra i vari “viaggi” che i Gladiators affrontavano questo fine settimana merita di essere raccontato anche quello che ha portato cinque dei nostri tesserati nelle fila della selezione Piemonte/Valle d'Aosta, nel torneo per Comitati disputato a Canazei.

Il risultato finale ha un che di storico, perché la squadra del nord-ovest ha vinto tutti gli incontri disputati (oltre a quello, fuori classifica, contro la compagine femminile “Trentino/Alto-adige 'rosa'”, battuta per 6-1) aggiudicandosi la competizione. Tre match (contro Lombardia, Piemonte e Alto-Adige) sono finiti lasciando a zero reti l'avversario. Nel quarto, i padroni di casa del Trentino sono andati a segno due volte, ma hanno subito sette goal dei nostri.

A ciò si aggiunge poi che Tommaso Madaschi è stato premiato quale miglior giocatore del torneo. Insomma, un riconoscimento tangibile della qualità espressa dai Gladiators in questa categoria, in cui i nostri atleti, e quelli piemontesi, non hanno motivi di timore reverenziale nei confronti dei compagni provenienti da luoghi considerati la “patria” dell'hockey italiano.

 

 

La Redazione