Skip to main content

Politica e Istituzioni

Giunta Regione - Nuovo bando affitti, regole più stringenti per gli extracomunitari

- 0 Comments

La Giunta regionale oggi, su proposta del Presidente della Giunta, Nicoletta Spelgatti, ha approvato la partecipazione al fondo per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, comunemente chiamato “bando affitti”.

Rispetto al passato, sono stati rivisti i criteri per l'assegnazione del contributo. Le nuove norme introdotte equipareranno ora il dispositivo a quello in vigore nella Regione Veneto, imponendo agli extracomunitari, di certificare a proprie spese i redditi e le proprietà detenute nei paesi di provenienza. Fatto che ha già suscitato molto perplessità, per l'oggettiva difficoltà di reperire questa documentazione.

Il nuovo bando prevede inoltre che per gli extracomunitari l'accesso sarà limitato esclusivamente ai possessori di permesso di soggiorno di lungo periodo, che quindi non siano stati giudicati pericolosi per l’ordine pubblico o la sicurezza dello Stato, e che soddisfino precisi requisiti: avere un reddito minimo, un alloggio adeguato ed essere in possesso della residenza italiana da almeno 5 anni.

A cambiare saranno anche le regole per la documentazione richiesta, che vengono così parificate fra i vari soggetti. Fino ad oggi, infatti, i cittadini italiani dovevano certificare reddito e proprietà, mentre agli extracomunitari era concesso di autocertificare le proprietà all'estero. Con le nuove regole, invece, anche i cittadini extracomunitari dovranno fornire la documentazione già richiesta ai cittadini italiani.

Gli interessati al sostegno dovranno presentare apposita domanda all’Assessorato delle Opere Pubbliche, Territorio ed Edilizia residenziale pubblica (Via Promis n. 2, 11100 Aosta), negli orari di apertura al pubblico (dalle ore 9 alle ore 14 dal lunedì al venerdì), a partire da lunedì 10 fino a venerdì 28 dicembre 2018, oppure depositarla entro le stesse date presso i Comuni della Valle d’Aosta o presso l’Ufficio relazioni con il pubblico dell’Amministrazione regionale.

Come per gli anni scorsi, i beneficiari saranno inseriti in due fasce di reddito rientranti entro i valori di seguito indicati:

 

Valore ISEE

Fascia A

Fino a 7.500,00

Fascia B

Fino a 12.000,00

 

I requisiti soggettivi richiesti per l’accesso ai contributi, tra cui 4 anni di residenza in Valle d’Aosta, e le modalità di determinazione degli stessi sono contenuti nel Bando di concorso disponibile, con tutta la relativa modulistica, presso gli uffici dell’Assessorato, presso i singoli Comuni e sul sito internet della Regione al seguente indirizzo:

http://www.regione.vda.it/operepubbliche/casa/contributilocazioni/fondo_...

Si precisa inoltre che, in caso di morosità, il contributo può essere liquidato direttamente ai proprietari degli alloggi dei quali sono richiesti i recapiti e l’Iban.