Skip to main content

Territorio ed Eventi

Giro d'Italia - Cresce l'entusiasmo in Valle. Ad Arvier il ricordo di Maurice Garin

- 0 Comments

Sale l'attesa e l'entusiasmo per la tappa del Giro d'Italia, che domani, dopo 130 chilometri porterà i ciclisti da Saint-Vincent alla stazione di partenza di SkyWay Monte Bianco. In tutti i paesi della regione, dove passerà la corsa rosa, si sono allestite piccole e grandi installazioni, per celebrare quello che è un evento sportivo e culturale.

A Arvier, al centro della rotonda in uscita dal paese direzione Monte Bianco, in uno striscione hanno ricordato Maurice Garin, nativo del borgo, poi naturalizzato francese e vincitore del primo Tour de France nel 1903.

A Prè-Saint-Dider, questa mattina all'inizio della corta ma ripida salita che porta a Pallisieux, è stato issato un pannello in cartoncino riciclato dipinto con varie tecniche raffigurante 'lo Squalo' Vincenzo Nibali.

A Saint-Pierre da alcuni giorni il Castello Alto, la notte è illuminato di rosa, come la facciata del Municipio di Prè-Saint-Dider e l'ingresso del Tunnel del Monte Bianco.

L'entusiasmo e la voglia di partecipare sembra aver contagiato un po' tutti. Sensazione percepita anche da Federica Bieller, Presidente di SkyWay. “C'è un grande gioia e voglia di partecipare - sottolinea Bieller – Si percepisce una bella sensazione girando per i vari della Valle. Ho visto cose molte belle. E' un evento che sta unendo tutti i valdostani, che sta andando oltre l'aspetto sportivo. Ora incrociamo le dita e speriamo che anche domani il meteo ci regali una bellissima giornata”.