Skip to main content

Economia e Lavoro

Forestali - Annunciati in Consiglio regionale i nuovi agenti

- 0 Comments

L’Assessore all’Ambiente Albert Chatrian rispondendo ad un’interrogazione sulla previsione, nella bozza di variazione del bilancio 2019, di risorse economiche da destinare al Corpo forestale della Valle d’Aosta, posta dal Consigliere Gerandin di Mouv', ha annunciato i provvedimenti in atto per far fronte al potenziamento dell’organico degli agenti forestali.

“La deliberazione regionale che ha approvato la programmazione triennale del fabbisogno delle risorse umane da destinare al corpo, prevede la copertura di 2 posti vacanti con profilo di agente forestale (B2) e la possibilità di ammettere al corso di formazione professionale 10 candidati idonei con medesimo profilo.

In questo senso abbiamo lavorato: venerdì prossimo, 8 marzo, la Giunta approverà l’organizzazione di un corso di formazione professionale propedeutico all’assunzione di 10 agenti, tra i candidati collocati nella graduatoria dell’ultimo concorso pubblico indetto per l’organico del Corpo. Il corso avrà una durata di 7 mesi e si svolgerà nel periodo da maggio 2019 a novembre 2019.

Nella stessa seduta, la Giunta approverà anche l’organizzazione di un corso di formazione professionale rivolto a 8 agenti forestali, ai fini dell’assunzione per concorso interno, nel corso dell’anno 2019, di 4 sovrintendenti forestali. La formazione di 8 agenti al profilo di sovrintendente è propedeutica non solo alla copertura dei 4 posti già programmati per il 2019, ma anche per future esigenze.

Colgo l'occasione per mettere in evidenza lo stato dell'arte del Corpo forestale, la carenza di organico è cronica, non è una novità del 2019. L’organico attuale conta una dotazione complessiva di 153 unità a fronte di 128 occupati, ciò che significa una carenza complessiva di 25 unità. A queste carenze è prevedibile si sommino gli effetti del DL n. 4/2019, che contiene le disposizione per la cosiddetta pensione a 'Quota 100', che avrà come effetto, si calcola, il collocamento a riposo di almeno 16 persone entro il 2021, portando la carenza di organico a ben 41 unità.

Alle priorità di copertura delle carenze di organico stiamo dunque dando delle risposte concrete, prevedendo, come detto, l’assunzione nel 2019 di 4 nuovi sovrintendenti forestali e, una volta superato il corso e gli esami finali, l’assunzione di 10 nuovi agenti forestali, progressivamente, a partire da gennaio 2020.

Infine per far fronte alle necessità di reintegrazione dell’organico, destinate a crescere per effetto dei collocamenti a riposo, è nostra intenzione avviare nel 2020 l’espletamento di un nuovo concorso per la copertura dei posti vacanti".

Per quanto riguarda le risorse economiche Chatrian ha evidenziato che ci sarà modo e tempo di integrarle, quando risulteranno necessarie e una volta terminato l’iter di revisione della legge e il mezzo per farlo sarà la prima variazione di bilancio successiva all’approvazione delle nuove norme sull’ordinamento e sul funzionamento del Corpo Forestale della Valle d’Aosta.