Tu sei qui

Enogastronomia e marketing territoriale - Incontro tra l'Assessore Viérin e l'Università di Pollenzo

Data: 0 Comments

Enogastronomia e marketing territoriale, questi i temi al centro di un incontro, martedì 16 maggio,  tra l'Assessore all'Agricoltura Laurent Viérin, i dirigenti e i tecnici dell’Assessorato, il referente Slow Food Valle d’Aosta Yves Grange, con il Vice Presidente dell’Università degli Studi di Scienze gastronomiche di Pollenzo, Silvio Barbero.

"Abbiamo voluto incontrare i vertici di questa importante realtà per confrontarci su alcune possibilità di ampliare la nostra collaborazione al fine di lavorare sulla promozione e la messa in rete delle nostre eccellenze legate all’enogastronomia e al marketing territoriale. Esprimiamo soddisfazione – spiega l’Assessore Viérin – per questo appuntamento con i responsabili dell’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, con la quale abbiamo condiviso la volontà di radicare e strutturare maggiormente questa collaborazione. L’incontro è stato valida occasione per confermare la collaborazione e rilanciare nuovi obiettivi di strategia finalizzati a implementare le attività di ricerca e formazione in ambito agroalimentare e vitivinicolo, nella consapevolezza dell’importanza che tali progetti, che investono in modo particolare sui giovani, rivestono per la valorizzazione e promozione del nostro settore.

L’Assessorato ha in atto una convenzione con l'Università, con scadenza a fine 2017, all’interno della quale vengono annualmente promosse iniziative di promozione del territorio e delle produzioni locali di qualità, rivolte ad un pubblico di studenti provenienti da diverse regioni d’Italia e del mondo estero e internazionale. Tra le varie attività organizzate le Tavole Accademiche, per le quali, secondo una certa programmazione, è garantita alla mensa dell’Università la presenza di uno chef Valdostano e la preparazione di piatti del territorio. Inoltre sono previsti l’organizzazione di seminari, inerenti i prodotti della filiera agro-alimentare e della viticoltura della nostra regione, nonché viaggi didattici nel corso dei quali, in un’ottica di messa di pratica di quanto appreso in aula, gli iscritti alla Facoltà vengono portati su territorio valdostano al fine di conoscere dal vivo le realtà del comparto agricolo, le diverse filiere di produzione e i produttori locali.

La Redazione