Skip to main content

Territorio ed Eventi

CPEL Manes: "Occorre rivedere le norme sulle responsabilità dei sindaci"

- 0 Comments

Comitato esecutivo del Cpel chiede, anche alla luce dell'iscrizione di Stefano Miserocchi, Sindaco di Courmayeur, nel registro degli indagati per la frana che lo scorso anno costò la vita a due persone in Val Ferret, la modifica della normativa nazionale, allineandola a quanto già previsto in altri Stati europei, che prevedono responsabilità semplificate in capo ai Sindaci durante la gestione delle emergenze in montagna.

"All’indomani dell’annuncio di un’inchiesta per omicidio colposo plurimo, disastro colposo e lesioni colpose, che vede indagato il Sindaco di Courmayeur relativamente alla colata detritica che, il 7 agosto scorso, ha provocato la morte di due persone in Val Ferret, risulta sempre più pressante la necessità di intervenire sul complesso delle norme che individuano le responsabilità dei primi cittadini. - Dichiara il  Presidente del Cpel Franco Manes,  esprimendo la vicinanza degli enti locali valdostani al Sindaco di Courmayeur - Sicuri dell'esito favorevole dell'inchiesta in corso, richiama come già al tavolo degli Stati Generali della Montagna, svoltisi a Roma nell’ottobre scorso, aveva evidenziato ai colleghi amministratori di tutta Italia, alla Ministra degli Affari Regionali e delle Autonomie e alle strutture ministeriali competenti, la necessità di intervenire, con urgenza, sui diversi dispositivi di legge afferenti alla gestione delle emergenze in montagna e dei pericoli ad essa connessi.

I Sindaci sono e rimangono baluardo dei territori montani, ma non si può più ritenerli gli unici responsabili di quanto accade in quota, a maggior ragione a fronte di una sempre maggiore imprevedibilità degli eventi atmosferici e dei cambiamenti climatici in corso".