Skip to main content

Politica e Istituzioni

Consiglio Valle - Rini: "Esprimo solidarietà verso la Consigliera Nasso vittima di inauditi e gravissimi insulti sui social"

- 0 Comments

La seduta del Consiglio valle si è aperta con la presa di posizione della Presidente Rini, con la quale ha espresso solidarietà alla Consigliere Manuela Nasso, Movimento 5 Stelle, per i gravi insulti ricevuti, nei commenti in un post su facebook del collega Manfrin.

L'esponente della Lega ha condiviso un nostro articolo in cui Nasso, esprimeva la sua volontà di esprimere parere favorevole alla richiesta di autorizzazione a procedere contro il Ministro Slavini, per caso della 'nave diciotti'.

“Esprimo solidarietà nei confronti della Consigliera Manuela Nasso, che è stata vittima di inauditi e gravissimi insulti sui social. Ieri è stata scritta una brutta e triste pagina. - Dichiara Rini in Aula - L'onorabilità e la credibilità delle istituzioni vanno rispettate e promosse attraverso atteggiamenti consoni al ruolo che siamo stati chiamati a ricoprire. L'utilizzo delle reti social con toni sopra le righe, che sfociano nella baruffa se non nell'insulto gratuito, va a discapito della legittima discussione sui temi posti in discussione. La credibilità deve essere rispettata e promossa da tutti coloro che ne fanno parte, perché è bene ricordare che si è amministratori pubblici sia dentro che al di fuori della massima assemblea legislativa regionale. Sono stata vittima anch'io di insulti gratuiti che hanno leso la mia vita personale: ho provveduto immediatamente a sporgere denuncia e invito chiunque a farlo perché credo che si stia davvero degenerando. Quando ci candidiamo sappiamo che ci sono onori e oneri. Tra gli oneri non è previsto l'insulto. Purtroppo, vittime degli insulti sono spesso le donne e per questo dobbiamo tutti insieme, in maniera forte e chiara, essere coesi nel prendere le distanze da questi atteggiamenti. Insieme cerchiamo di fare quel salto di qualità che la nostra società richiede. Solidarietà quindi mia personale e di tutta l'Aula alla collega Nasso”.