Skip to main content

Politica e Istituzioni

Consiglio Valle - Domani in discussione la nuova legge elettorale

- 0 Comments

Si riunirà domani e mercoledì, in seduta ordinaria, il Consiglio regionale per esaminare un ordine del giorno composto di 53 oggetti, di cui 11 interrogazioni, 19 interpellanze e 17 mozioni.

L'Assemblea sarà inoltre chiamata a esaminare il testo di legge in materia di elezioni del Consiglio regionale predisposto dalla prima Commissione "Istituzioni e Autonomia" e risultante dal coordinamento delle proposte di legge n. 2 e n. 3.

Questo punto iscritto come 38 e 39 punto nella programmazione dei lavori, potrebbe essere discusso per primo, se la proposta troverà consenso nella riunione dei Capigruppo, che abitualmente precede l'inizio dei lavori.

In merito alle interrogazioni, sei sono state depositate dal gruppo Lega Vallée d'Aoste e riguardano: stato delle interlocuzioni tra la Regione e la società AVDA per la risoluzione del contenzioso inerente la gestione dell'aeroporto regionale; procedura di appalto della gestione della "Cittadella dei giovani"; interventi per potenziare l'attività svolta dalla Servizi Previdenziali Valle d'Aosta Spa; criteri adottati per la nomina del Comandante del Corpo forestale della Valle d'Aosta; presentazione di un ricorso per l'annullamento del concorso per la nomina di dirigenti scolastici; adozione di misure per debellare la processionaria del pino.

Il gruppo Mouv' ha presentato quattro interrogazioni: notizie in merito alle competenze conferite all'"Emergency Manager" di Palazzo regionale; illustrazione alla Commissione consiliare competente delle risultanze dell'indagine effettuata sul regolare svolgimento del concorso per l'assunzione di tre dirigenti; ritardi nei pagamenti degli indennizzi agli allevatori per i danni causati dai predatori; predisposizione del provvedimento di variazione al bilancio di previsione della Regione.

La restante interrogazione è del gruppo Rete Civica-Alliance Citoyenne e chiede notizie sull'attuazione dell'impegno relativo al divieto di concessione di spazi pubblici di proprietà regionale ad associazioni che professano comportamenti e idee fasciste.

Riguardo alle interpellanze, due sono state proposte congiuntamente dai gruppi Lega Vallée d'Aoste e Mouv': la prima è sulla sopravvivenza delle piccole stazioni sciistiche mentre la seconda verte sulla regolarizzazione delle assunzioni nelle società partecipate.

Tre iniziative sono del gruppo ADU-VdA: posizione della Regione in merito all'approvazione da parte della Conferenza Stato-Regioni del nuovo Piano di gestione e conservazione del lupo in Italia; attività svolta dall'Osservatorio regionale dei rifiuti della Valle d'Aosta; interventi per garantire al personale scolastico della Regione la partecipazione alla selezione per l'invio all'estero a partire dall'anno scolastico 2019-2020.

La Lega VdA illustrerà cinque interpellanze: mancata sottoscrizione di un contratto per l'utilizzo di locali siti all'interno del Palazzo sportivo di Verrès da parte dell'Associazione Sportiva Danza & Danza; presentazione agli organi competenti della prima variazione al bilancio regionale per il 2019; sollecitazione delle istituzioni scolastiche ad una maggiore adesione alle iniziative organizzate per celebrare il Giorno del Ricordo; insegnamento dell'educazione civica nelle scuole valdostane e adeguamento dei contenuti alle nuove esigenze della società; modalità di assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica da parte del Comune di Aosta.

Quattro sono le interpellanze a firma del gruppo Mouv': sostenibilità dell'aeroporto regionale rispetto all'attuale classificazione; avvio di un'indagine interna per accertare eventuali responsabilità in merito al conferimento dell'incarico di "Emergency Manager" di Palazzo regionale; costituzione di una Commissione speciale d'inchiesta per l'analisi delle cause che hanno determinato il fallimento della Cioccolato Valle d'Aosta Srl; tempistiche per la presentazione di un disegno di legge in materia di lavori pubblici.

Il gruppo RC-AC ha sottoscritto cinque iniziative per interpellare il Governo sui lavori riguardanti la variante sulla strada statale 27 tra i comuni di Etroubles e Saint-Oyen, sui beni confiscati alla criminalità organizzata in Valle d'Aosta, sulla destinazione futura dell'immobile "Cral Cogne" di Aosta, sul completamento della pista ciclopedonale di fondovalle da Pont-Saint-Martin a Courmayeur e sul monitoraggio dei rapporti tra Regione, enti pubblici e società partecipate con la ditta "Passangers Transports di Addario S & C".

All'ordine del giorno figurano poi 17 mozioni, di cui una congiunta fra tutti i gruppi consiliari (rinviata dalla scorsa adunanza) volta a istituire un tavolo di concertazione tra Ministero dei trasporti, società SAV e RAV e Regione per la ridefinizione del quadro gestionale delle tratte autostradali valdostane.

Altre sei mozioni sono congiunte: una dei gruppi Mouv', Lega VdA e ADU-VdA sollecita la costituzione di una Commissione d'inchiesta per l'analisi della documentazione contabile della Casinò de la Vallée Spa relativa ai lavori di ristrutturazione (punto rinviato dalla scorsa riunione consiliare); una dei gruppi Mouv', M5S, Lega VdA e Gruppo misto è volta alla presentazione di una bozza di linee guida in materia di minori e famiglia nella Commissione consiliare competente; una dei gruppi ADU-VdA e Mouv' riguarda la modifica della normativa regionale in materia di indennizzi dei danni da predazione; una dei gruppi Lega VdA, Mouv' e RC-AC propone la revoca del mandato conferito ad un legale esterno all'Amministrazione regionale e sostituzione con un legale interno; una è dei gruppi ADU-VdA e RC-AC e chiede la convocazione del Comitato regionale di controllo dei flussi di traffico attraverso il territorio regionale; una è dei gruppi RC-AC, Mouv', M5S e Lega VdA ed è volta alla predisposizione di uno schema di norma di attuazione dello Statuto speciale in materia di utilizzo delle acque a scopo idroelettrico.

Il gruppo ADU-VdA ha poi depositato una mozione riguardante la modifica dello Statuto dell'Università della Valle d'Aosta.

Tre sono le iniziative della Lega VdA: engagement pour le déroulement de la cérémonie de la remise des prix de la Foire de Saint-Ours à l'intérieur du Palais régional; interventi per la riqualificazione dello stabile di Palazzo Cogne ad Aosta; adozione di provvedimenti per prevenire e contrastare l'uso della cannabis.

Le quattro mozioni a firma del M5S sono state tutte rinviate dalla scorsa adunanza consiliare: riduzione del costo dell'abbonamento mensile per l'utilizzo del parcheggio di via Roma ad Aosta da parte del personale dell'ospedale; impegno dell'Assessore agli affari europei a riferire alla Commissione consiliare competente sulle problematiche della gestione dei fondi europei; impegno a sollecitare l'Azienda USL a distribuire al personale medico questionari di valutazione del benessere organizzativo; impegno delle Commissioni consiliari permanenti a provvedere alla sostituzione dei rispettivi Presidenti in relazione all'operazione "Geenna".

Infine, sono due le mozioni del gruppo Rete Civica-Alliance Citoyenne, entrambe rinviate dalla scorsa riunione: affidamento a Finaosta Spa della realizzazione di uno studio per una diversa gestione nel centro di Parigi dell'immobile denominato "Maison du Val d'Aoste"; presentazione alla Commissione consiliare competente di una relazione sulle prospettive del turismo nell'area interna della bassa Valle.