Tu sei qui

Confindustria VDA - Previsioni in chiaro scuro per il terzo trimestre 2018

Data: 0 Comments

Più ombre che luci nell’indagine previsionale realizzata da Confindustria Valle d’Aosta, sull’andamento economico del terzo trimestre 2018.

La rilevazione registra un indebolimento di quasi tutti gli indicatori anche se restano in terreno positivo, tranne quelli del carnet ordini, dell’utilizzo impianti e dei tempi medi di incasso che migliorano leggermente. Le previsioni relative alla produzione restano positive, ma fanno registrare un arretramento di 2 punti rispetto alla rilevazione del trimestre precedente.
Analogo andamento cedente per l’occupazione, che resta stabile per l’84% degli intervistati, mentre il ricorso alla CIG scende ancora di un punto percentuale e si porta su valori fisiologici.
Frenano gli ordini totali, mentre le aspettative per gli ordini export hanno un brusco rallentamento, portandosi su valori negativi.
Restano positivi gli indicatori relativi agli investimenti per sostituzioni che aumentano di 4 punti e interessano i servizi, mentre la propensione per gli ampliamenti diminuisce per entrambi i settori.
Il tasso di utilizzo della capacità produttiva resta stabile per il manifatturiero, mentre registra una lieve crescita per il settore dei servizi.
La composizione del carnet ordini si attesta su valori soddisfacenti, solo l’11% degli intervistati ha un lavoro garantito per meno di un mese.
I dati relativi all’andamento degli incassi sono stabili, mentre i giorni medi di pagamento evidenziano un ulteriore miglioramento sia tra privati che da parte della Pubblica Amministrazione.

Le valutazioni delle imprese valdostane – dichiara Giancarlo Giachino, Presidente di Confindustria Valle d’Aosta – restano positive anche se in lieve rallentamento, frenano invece le vendite estere condizionate dal crescente clima di protezionismo internazionale”.

 

 

 

FM