Skip to main content

Politica e Istituzioni

Cognetta contro Certan ‘È un’Oca Valdostana che non si occupa delle proprie mansioni’

- 0 Comments

Roberto Cognetta, torna ad attaccare Chantal Certan, definendola ironicamente ‘Un’Oca Valdostana, che si occupa di qualsiasi cosa tranne che delle cose di cui si dovrebbe occupare’. Con quel post pubblicato su Facebook l’esponente di Mouv’ torna a chiederne le dimissioni, inquanto in aperto contrasto con l’esecutivo sulla gestione della vicenda del Casinó. 

“L'Oca Valdostana

Dopo studi molto approfonditi e ricerche rigorosissime fatte dai più famosi etologi italiani e stranieri, sono lieto di annunciare che esiste una nuova razza di oca appartenente alla famiglia Anatidae ovvero l'Oca Valdostana. Questo uccello, nato in cattività, a seguito di numerosi incroci, è presente in un numero limitato di esemplari quindi è estremamente raro (per fortuna). 

Sua caratteristica principale è quella di occuparsi di qualsiasi cosa tranne che delle cose di cui si dovrebbe occupare.

Per fare un esempio è come se un assessore alla sanità si occupasse di scuola, economia, lavoro, ambiente, partecipate regionali, grandi e piccole opere, turismo, cultura, agricoltura ovvero di qualsiasi cosa tranne, appunto, della sanità. 

Altra caratteristica peculiare è l'attaccamento al proprio nido che difende con caparbietà e tenacia un po' come, per fare un esempio, un assessore che, anche se contrario ad un governo, non si dimette dal proprio assessorato.

Un altro tratto distintivo di questo uccello è quello di non saper perdere, ovvero quando si scontra con altri uccelli per questioni di cibo o di nido, e perde lo scontro, continua pervicacemente e stupidamente a insistere nella battaglia anche se gli avversari sono andati via lasciandola sola a starnazzare, appunto, come un'oca.

Sono felice che ci sia stata questa scoperta perché la biodiversità è cosa utile e soprattutto gratificante per la natura che amo e rispetto, certo che se quest'oca avesse più cervello non finirebbe laccata o all'arancia come rischia di finire per il suo continuo starnazzare. L'Oca Valdostana non capisce che, così facendo, ci rimette esclusivamente lei in quanto le volpi ridono e aspettano solo il momento per mangiarsela. Speriamo, con affetto, che questo uccello raro non si estingua....”.