Tu sei qui

Cervinia - Ottima l'apertura di stagione, si valuta l'utilizzo dei teli geotermici

Data: 0 Comments

Cervinia si conferma la capitale dello sci, sabato e domenica scorsi, primi due giorni di apertura del comprensorio sono stati 1500 gli appassionati che hanno potuto solcare le nevi del Plateau Rosa con sci e snowboard.

Un bilancio di questo primo weekend ci è fornito dal presidente della Cervino SpA Federico Maquignaz “Dati assolutamente confortanti, 1500 primi ingressi nei primi due giorni, sono assolutamente in linea con quelli dell’anno scorso, anche se in modo assoluto l’affluenza non è paragonabile. Nel 2017 abbiamo avuto due giorni di sole invece la prima domenica di apertura della stagione 2016 è stata pesantemente condizionata dalle cattive condizioni meteo.
Abbiamo iniziato ad innevare tramite i cannoni le piste della parte alta del comprensorio, ora aspettiamo un abbassamento delle temperature, che ci consenta di produrre neve, non solo nelle ore notturne e magari una bella nevicata per aprire i tracciati anche sul versante italiano.
Nel prossimo weekend saranno in funzione quelli in territorio elvetico, poi dal 28 ottobre quando apriremo gli impianti tutti i giorni fino al 6 maggio speriamo di ampliare l’offerta.

A Kitzbuhel in Austria a 1800 metri di altitudine hanno aperto il 15 ottobre una pista per lo sci grazie alla neve conservata dall’inverno scorso sotto i teli geotermici a Livigno, grazie a questa tecnica è già agibile una pista per lo sci da fondo, la Cervino spa sta considerando questa eventualità?

“Stiamo valutando l’utilizzo dei teli geotermici soprattuto nella parte alta del ghiaccio. Proprio per questo ci siamo confrontati più volte con i nostri colleghi impiantisti del ghiaccio del Persena-Tonale ( i primi in Europa a utilizzare questo sistema per preservare le neve eterne da una pesante ablazione in atto in loco ndr). Per ora non siamo del tutto convinti che questa soluzione sia l’ottimo per Cervinia, ma lo studio sicuramente continuerà.
Per questa stagione abbiamo ulteriormente apportato delle migliorie sul nostro già efficiente sistema di innevamento programmato, pochi giorni fa abbiamo portato a termine degli interventi in tale senso sulla parte terminale della pista del Ventina e sulla 3”.

Fabio Marongiu