Skip to main content

Cronaca

Casinò - Si dei fornitori al concordato, ma manca l'adesione delle banche

- 0 Comments

Si è tenuta quest'oggi, presso il Tribunale di Aosta, l'assemblea dei creditori della Casinò de la Vallèe, per dare il loro assenso alla procedura di concordato, che ha fatto registare il 15,6% di adesione.

Ivano Pagliero, commissario giudiziale, uscendo dall'aula dopo quasi due ore di riunione ha dichiarato che i principali fornitori hanno aderito alla proposta, ma ad oggi manca il parere delle banche, che costituiscono la maggioranza della massa creditizia. Gli Istituti creditizi hanno anciora 20 giorni di tempo per aderire dopodichè la parola definitiva spetterà al tribunale, con l'omologa della procedura.

Tra i creditori anche la De Vere concept srl, che ieri ha querelato per presunte inadenpienze contrattuali la Casinò de la Vallèe, che oggi si è vista rigettare con un'ordinanza del giudice, la richiesta di incrementare il proprio credito (da circa 200 mila euro a circa un milione). 

"Qualcuno ha votato sì, ci vuole ancora un po' di lavoro. Le banche fanno la maggioranza e normalmente arrivano dopo. L'offerta è seria. Sono un ottimista naturale, quindi ce la facciamo. Vediamo alla fine", ha detto al termine dell'assemblea l'amministratore unico, Filippo Rolando. 

L'adesione delle banche al piano, ad oggi, rappresenta un passaggio fondamentale per evitare il fallimento della società.