Skip to main content

Cronaca

Casinó - Di Matteo: “ognuno farà la sua parte e tutelerà i propri diritti”

- 0 Comments

Giulio Di Matteo che da ieri sera non è più amministratore unico del Casinó de la Valle, dopo che la Regione in qualità di socio di maggioranza gli ha revocato l’incarico, per ‘giusta causa’ commenta il fatto: “Ognuno ha fatto le sue verbalizzazioni, ha preso le sue posizioni, sicuramente le posizioni sono contrapposte, ma in maniera molto serena, ognuno farà la sua parte e tutelerà i propri diritti.

Si è chiusa una bellissima pagina per me, una bellissima esperienza e abbiamo dato il massimo. Il mio auspicio è che questa azienda possa proseguire operare e che si possa proseguire in quell'opera che faticosamente ho iniziato il 24 marzo del 2017 perché ritengo che la Regione Valle d'Aosta se lo meriti e Saint-Vincent in particolare.

La continuità aziendale di questa azienda è legata alla continuità politica e questo è un punto di forza o di debolezza a seconda che ci sia o meno continuità politica. La mia è una considerazione molto asettica, obiettiva, che però ho potuto verificare sul campo, visto che ho avuto la prerogativa di conoscere tre presidenti e quattro assessori in 18 mesi". 

Le parole dell’ex Amministratore unico, oltre a richiamare la politica a scelte forti, fanno intendere che si potrebbe aprire un nuovo fronte giudiziario, nel quale Di Matteo, contestando la ‘giusta causa’ come motivazione della revoca dell’incarico, potrebbe richiede un risarcimento danni alla Regione Valle d’Aosta.