Tu sei qui

Carcere di Brissogne - Un detenuto danneggia la cella

Data: 0 Comments

Il sindacato delle Forze di Polizia che operano nel Carcere di Brissogne, lanciano ennesimo grido di allarme, a seguito dell’ennesimo episodio che ha interessato un detenuto nigeriano in isolamento, reo di aver danneggiato la propria cella prima di essere trasferito in Tso all'ospedale. 

Il carcere di Aosta è molto di più di una bolgia dantesca per i problemi che tutti conoscono, legati all'assenza di un direttore titolare e alla scarsissima attenzione per la soluzione dei problemi da parte del Provveditore Regionale. - Dichiara Leo Beneduci, segretario generale dell'Osapp - Ad una situazione di estrema difficoltà, si aggiungono i rischi e i disagi legati anche alla presenza in carcere di detenuti con problemi di carattere psichiatrico che costituiscono il penoso retaggio degli errori della precedente legislatura e a cui l'attuale non riesce a porre alcun riparo. Inutile sottolineare, che sarebbero più che indispensabili interventi sostanziali e anche l'avvio di una specifica attività di ordine ispettivo intesa ad accertare le gravi ed evidenti inadempienze gestionali".