Tu sei qui

Per attrarre la produzione di serie televisive in Valle, modificata la legge in materia di Film Fund

Data: 0 Comments

Il Consiglio Regionale ha approvato ieri , con 32 voti a favore e 1 astensione (M5S), il disegno di legge che reca nuove disposizioni in materia di Film Fund.

"Con questa modifica - ha spiegato l'Assessore all'Istruzione e Cultura Chantal Certan si amplia la possibilità di accogliere nuove serie televisive in Valle d'Aosta, ampliando così la possibilità di promuovere l'immagine, le potenzialità, le bellezze ma anche le opportunità di lavoro nella nostra regione. Ringrazio il Presidente e i componenti la quinta Commissione che hanno capito l'urgenza del provvedimento e hanno fornito il proprio contributo, oltre tutte le strutture dei Dipartimenti cultura, legale e delle politiche strutturali e affari europei per aver contribuito alla rapida revisione della legge"

Il disegno di legge interviene sulla norma regionale istitutiva della Film Commissione nella parte riguardante l'apposito fondo per l’incentivazione alle produzioni cinematografiche, televisive e audiovisive, in conformità alla nuova disciplina europea in materia di aiuti di Stato, al fine di rendere maggiormente efficace il sostegno pubblico, in particolare quello relativo alle produzioni televisive e cinematografiche che si articolano in serie per più anni o stagioni, superando le limitazioni previste dall’attuale legge che ammette i contributi nel solo regime de minimis, vale a dire nel limite massimo di 200.000 euro di aiuto concedibile al medesimo soggetto in tre anni.

"Con la legge regionale del 2010 - ha detto il Presidente della V Commissione e relatore della legge Antonio Fosson - la Regione ha voluto riconoscere l'importanza dei settori cinematografico, televisivo e audiovisivo: al fine di garantire un efficace intervento in questi settori, funzionale a promuovere la cultura e l'immagine della Valle d'Aoste, è stata istituita la Fondazione Film Commission Vallée d'Aoste che dispone di un apposito fondo, il Film Fund. Alla luce dei risultati ottenuti negli ultimi anni, è emersa la necessità di modificare la legge segnatamente per quel che concerne il settore delle serie televisive, che è divenuto di particolare interesse negli ultimi anni"