Skip to main content

Territorio ed Eventi

Arnad - Apertura straordinaria di Chateau Vallaise

- 0 Comments

Château Vallaise di Arnad, aprirà le porte al pubblico dal15 al 18 agosto e dal 22 al 25 agosto, dando la possibiltà di visitare questo raffinato palazzo tardo-seicentesco, acquisitato dalla Regione Valle d’Aosta nel 2010, è tuttora oggetto di un meticoloso e complesso progetto di recupero e valorizzazione.

La dimora si presenta con una facciata bianca e sobria, e racchiude al suo interno un susseguirsi di stanze decorate da magnifici affreschi tra cui spicca, quale gioiello nascosto, la cosiddetta “galleria delle Donne forti”, così chiamata per i particolari soggetti qui raffigurati: figure di donne tratte dall’Antico Testamento, dalla storia antica, classica e medievale rappresentate accanto a eroine emblematiche per le loro qualità e virtù morali in un sapiente gioco di rimandi e riferimenti sospesi tra filosofia, teologia e quotidianità.

"Proseguiamo le nostre iniziative di promozione dei nostri beni culturali per far conoscere questo nostro patrimonio alla comunità, ancor prima della 'Restitution' definitiva. Presentiamo, quindi, con orgoglio questo bellissimo maniero che rappresenta uno dei beni architettonici del nostro patrimonio culturale - sottolinea l’Assessore Laurent Viérin. Grazie alle azioni messe in campo con la “Restitution”, oltre alla divulgazione e alla conoscenza dei beni, abbiamo lavorato sulla fruizione del patrimonio culturale e Château Vallaise di Arnad, oggetto di un prezioso intervento di recupero e restauro, costituisce una delle nostre eccellenze dal punto di vista non solo culturale, ma anche storico e artistico. L’iniziativa Châteaux Ouverts per queste caratteristiche assume un valore di assoluto rilievo in quanto consente di valorizzare non soltanto i nostri beni culturali, ma la stessa identità collettiva regionale, coinvolgendo al tempo stesso residenti e turisti negli interventi di restauro e valorizzazione del patrimonio culturale.

Château Vallaise, infatti, ha già visto l’esecuzione di accurate ricerche storiche d’archivio, indagini archeologiche, mappature del degrado, interventi di risanamento, consolidamento e rifacimento strutturale di alcune parti dell’edificio. Un progetto multidisciplinare condotto dall’Assessorato per il tramite degli Uffici della Soprintendenza e inizialmente avviato in seno ad una Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia (Alcotra) 2007-2013, denominata emblematicamente Phénix, renaissance des patrimoines".

Per informazioni telefonare al 3483979195 a partire da lunedì 12 agosto dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,00.