Tu sei qui

Approvata variazione di bilancio da 20,7 milioni di euro - Risorse disponibili già ad agosto

Data: 0 Comments

Agricoltura, sanità, istruzione e cultura, opere pubbliche, attività produttive, trasporti e turismo, questi i settori che beneficeranno della ricollocazione di 11,3 milioni di euro decisa oggi dalla Giunta regionale che ha approvato una variazione di bilancio.

La manovra da 20,7 milioni, comprese le compensazioni interne di carattere tecnico, giunge a ridosso della pausa estiva e approderà in Consiglio regionale nella seduta del prossimo 26 luglio. Le risorse, che potrebbero essere disponibili già dalla prima metà di agosto, saranno utilizzate in gran parte nel 2017.

"Il fatto di arrivare così a ridosso dell'ultimo Consiglio regionale estivo - ha spiegato l'Assessore al Bilancio, Albert Chatrian - è stato voluto per poter completare un'accurata ricognizione delle risorse a disposizione da destinare ai settori che più ne hanno bisogno, passiamo dalle parole alla concretezza".

L'intervento prevede tra l'altro un aumento delle risorse disponibili per gli investimenti dei Comuni per 650.000 euro, trasferimenti all'Ausl della Valle d'Aosta per la mobilità sanitaria per 1,3 milioni di euro, l'aumento della dotazione per il Piano di interventi in ambito agricolo forestale e nel settore delle opere di pubblica utilità per 1,3 milioni, il rafforzamento dei sostegni in ambito zootecnico, 3,3 milioni, il finanziamento di restauri al patrimonio culturale non di proprietà regionale, 450.000 euro. Alle attività produttive sono inoltre destinati 1,4 milioni di euro, all'istruzione e cultura 1,1 milioni di euro, al turismo e ai trasporti 600.000 euro.

Due novità previste inoltre nel disegno di legge, la proroga al 31 dicembre del 2108 delle graduatorie dei concorsi pubblici regionali e l'entrata dei dipendenti dell'Arer nel comparto unico. Nei cantieri idraulico-forestali ci saranno 80 nuove assunzioni per tre mesi (64 giornate), inoltre le 144 persone già in servizio potranno prolungare il proprio contratto da 90 a 101 giornate "con ricaduta positiva sulle posizioni previdenziali", ha riferito oggi l'Assessore all'Agricoltura Laurent Viérin. Anche per gli addetti alle opere di pubblica utilità sono rese possibili ulteriori assunzioni e la proroga delle giornate lavorative oltre a quelle già programmate

La bozza di norma, una sorta di omnibus che modifica legge regionale e adegua alla legislazione nazionale, amplia tra l'altro le finalità della Fondazione regionale per la ricerca sul cancro e della Fondazione Montagna sicura e le modalità attuative di inclusione attiva e di sostegno al reddito.

La Redazione