Skip to main content

Salute e Ambiente

Aosta - Il 10 ottobre Obesity Day

- 0 Comments

La USL della Valle d’Aosta scende in campo contro il problema del sovrappeso, aderendo al Obesity  Day 2018, campagna nazionale di sensibilizzazione per la prevenzione dell’obesità e del sovrappeso, con la partecipazione del Dipartimento delle Discipline mediche / ambulatorio di Dietologia.

L’obesità in Valle è un problema sentito dalla popolazione locale  – spiega Angelo Pescarmona, Commissario dell’Azienda - la tendenza è confrontabile con il resto delle regioni ma non ha visto un miglioramento. Un problema che va affrontato anche con la diffusione di un messaggio di promozione delle sane abitudini di vita, e che se non affrontato può portare a pericolose cronicità”.

Ci occupiamo in generale di tutti i settori relativi al metabolismo – ha spiegato il Direttore del Dipartimento delle Discipline mediche dott . Giulio Doveri – e in particolare l’obesità e i disturbi alimentari sono tra le patologie più rappresentate. L'obesità, che è’ la causa di molti disturbi del metabolismo e’ uno dei principali problemi di salute pubblica. Nella maggior parte dei casi e’ causata da stili di vita scorretti. I dati della nostra regione superiori alla media nazionale con 10% di obesi e 30 % sovrappeso”

A livello di obesità in Italia il nord ovest è messo meglio rispetto Valle d’Aosta- spiega invece Antonio Ciccarelli, responsabile dell’ambulatorio di Dietologia – che ha un trend in crescita che preoccupa, visto che dal 2000 al 2013 l’aumento dei pazienti obesi è passato da circa il 7% al 12”.

L’obesita e il sovrappeso costituiscono non solo un problema sanitario: “Circa l’8% della spesa sanitaria in Italia è dovuto alle cure contro l’obesità – prosegue Ciccareli  – e se il trend rimanesse questo nel 2050 circa l’1% della spesa del Pil del paese sarà legato a questi costi”.

Il 10 ottobre, in mattinata, l’ambulatorio aprirà le porte al pubblico, gratuitamente, dalle 9,00 alle 12,00 con accesso diretto previa prenotazione al n . Tel . 0165/ 543390. Gli specialisti eseguiranno una serie di esami gratuiti: misurazione del peso e dell’altezza, calcolo della massa corporea, circonferenza vita e fianchi, con conseguente attribuzione della classe di rischio. La seconda iniziativa è l’Open Day dedicato alla salute mentale, promosso su scala nazionale da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere.

“Il Dipartimento di Salute Mentale aderisce all’evento con il Centro per i Disturbi del Comportamento alimentare. Sarà un incontro di sensibilizzazione per la popolazione – spiega LorellaChamprétavy, psicologa del Dipartimento di Salute Mentale – I destinatari saranno sia gli adolescentima anche gli adulti, genitori e insegnanti. Dietisti e medici saranno a disposizione per fornire tutti gli strumenti per comprendere al meglio le varie patologie, imparare a riconoscerle e capire come avviare eventuali percorsi di cura. Dall’altro lato cercheremo di evidenziare il ruolo delle famiglie e della scuola, la promozione della buona alimentazione e degli stili sani di vita, perché se sovrappeso e obesità aumentano, aumenta anche il rischio di disturbi del comportamento alimentare crescendo”.

 

 

 

FM