Skip to main content

Cronaca

Aosta - Condannato a 46 mesi di carcere per truffa aggravata e tenta violenza

- 0 Comments

Stefano Cremaschi, di 48 anni, originario del torinese e per diverso tempo residente ad Aosta, è stato condannato a tre anni e dieci mesi di reclusione, per truffa aggravata, uso indebito di carta di credito, tentata violenza privata e violazione della sorveglianza speciale.

L'uomo aveva circuito una donna valdostana,  facendosi consegnare giorno dopo giorno tre mila euro in tutto, con la scusa di aver bisogno di denaro per far operare la madre.

Sempre secondo l'accusa, Cremaschi aveva utilizzato la carta di credito della donna per 900 euro e, per non farsi denunciare, le aveva inviato dei messaggi minacciosi.

Era finito in carcere a fine settembre per non aver rispettato la misura di sicurezza con obbligo di soggiorno nel suo comune di residenza, in Piemonte. Il pm Luca Ceccanti, che ha coordinato le indagini della squadra mobile, aveva chiesto una condanna a tre anni. Lo difende l'avvocato Andrea Urbica.