Skip to main content

Salute e Ambiente

Anaao-Assomed: "La Sanità valdostana è allo sbando"

- 0 Comments

E' allarme rosso per la qualià del sistema sanitario valdostano. A lanciare il grido di allarme è il direttivo Anaao-Assomed, la più rappresentativa organizzazione sindacale dei medici e dirigenza sanitaria ospedalie, secondo cui da centro di eccellenza la regionesta diventando un centro periferico.

"Negli ultimi 4 anni si sono succeduti 4 assessori regionali alla sanità e parimenti 4 Direttori Generali dell'unica azienda Usl presente: con questi continui avvicendamenti come si può parlare di progettazione e investimenti per la Sanità pubblica regionale? Diversi specialisti ospedalieri con anni di esperienza hanno chiesto il trasferimento o si sono licenziati per trasferirsi all'estero o nel privato. A questi si aggiungono i numerosi pensionamenti in corso e nei prossimi 5 anni - Scrive in una nota Anaao-Assomed - le crescenti preoccupazioni e il cattivo stato di salute della Sanità pubblica in Valle d'Aosta.

La sanità ospedaliera in Valle d'Aosta, si sta trasformando sempre più velocemente da centro di eccellenza e di rilievo nazionale in piccolo presidio periferico per trattamento di emergenze/urgenze, con fuga degli specialisti da un lato e il mancato arrivo dall'altro. Noi non vogliamo questo, ma pare evidente che solo coloro che lavorano in ospedale non lo vogliano; tutti gli altri tacciono. Le conseguenti (e sempre più frequenti) carenze quantitative e qualitative dei servizi sanitari ospedalieri e/o le liste di attesa vengono affrontati con esternalizzazione a strutture private, invece di cercare di rafforzare il sistema pubblico. Per le motivazioni sopra esposte, i concorsi indetti per nuovi specialisti o vanno deserti oppure riscuotono adesioni ben al di sotto dei fabbisogni, per non parlare dell'obbligo di superare contestualmente l'esame di lingua francese, che disincentiva ulteriormente l'arrivo di professionisti sanitari in Valle".

Come è noto questa mattina sono state ratificate dal Consiglio Valle le dimissioni di Chantal Certan, ALPE, dalla carica di Assessore regionale alla Sanità. Le deleghe del settore sono ora, come da legge, a Nicoletta Spelgatti, Presidente della Regione.