Tu sei qui

Alexis Vallet: “Il mondo autonomista rappresenta ancora oggi il 70% dei consiglieri in regione”

Data: 0 Comments

 Nella calda estate politica valdostana, Alexis Vallet ex presidente di Alpe, rilancia il progetto autonomista, in vista, forse, anche del prossimo settembre, dove la maggioranza del Presidente Spelgatti, dovranno superare le insidie delle scelte legate al futuro della Casa da Gioco di Saint-Vicent, che ha generato nei giorni scorsi, frizioni con Albert Chatrian e il Gruppo consigliare Stella Alpina-PnV. 

UN PASSO ALLA VOLTA

Che fine abbiamo fatto noi autonomisti?


Confusi e indecisi ci dividiamo tra una minoranza nuova e perplessa e una maggioranza camaleontica, che prende il colore dell’elemento che la circonda. - Scrive Vallet sul suo account Facebook- Eppure, seppur colpito con forza da parte del suo elettorato, il nostro mondo autonomista rappresenta ancora oggi il 70% dei consiglieri in regione.

Io non penso che questo 70% di valdostani ci abbia votato per vedere un governo a trazione leghista.
Il dato in regione però riflette quello nazionale. Chi ha un piano politico chiaro vince, aldilà dei suoi meriti o dei suoi voti.

Questo piano politico evidentemente manca al mondo autonomista valdostano. Ed è a questo piano politico che in maniera trasversale, chiara e profonda,  con la creazione e il futuro allargamento del comitato Autonomia 4.0 si vuole arrivare. 
Per ridare dignità e prospettiva a quel 70% dei valdostani che ancora crede che non è da Roma o Milano che può arrivare la soluzione migliore per una regione marginale come la nostra.

Piano politico chiaro vs piano politico chiaro. E non più persone vs persone.
Un passo alla volta“.

 

FM