Tu sei qui

Aiuti agli agricoltori colpiti da calamità - Via libera bipartisan alla legge

Data: 0 Comments

La terza Commissione consiliare "Assetto del territorio" ha dato il via libera ieri all'unanimità al nuovo testo di legge in materia di aiuti per danni causati da avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali.

Su questa tematica erano stati depositati in Consiglio due testi: il disegno di legge n. 105 presentato dalla Giunta regionale e la proposta di legge n. 102 dei gruppi Uv, Epav e Pd A seguito di diverse riunioni e di audizioni con le associazioni di categoria, è scaturito un testo condiviso di Commissione che, basandosi sull'impianto del disegno di legge n. 105, intende introdurre aiuti per la compensazione dei danni causati da avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali, intendendo per tali le condizioni atmosferiche avverse quali gelo, tempeste e grandine, ghiaccio, forti piogge o grave siccità che distruggano più del 30% della produzione media annua di un agricoltore, calcolata sulla base dei tre anni precedenti o di una media triennale basata sul quinquennio precedente, escludendo il valore più basso e quello più elevato.

Il Presidente della Commissione Alessandro Nogara e i Commissari esprimono soddisfazione per "Essere giunti, dopo un iter durato un mese, a questo testo che sancisce un aiuto puntuale a quelle categorie di agricoltori colpite dalle gelate del mese di aprile".

"Il percorso di confronto in Commissione - sottolineano i gruppi Uv, Pd e Epav - ha permesso di analizzare la tematica e di prendere atto, anche a seguito delle audizioni con le associazioni e con i rappresentanti del mondo agricolo, della necessità di snellezza e semplicità delle procedure di verifica, calcolo e di erogazione dei contributi, di cui l'Assessorato dovrà tenere conto e farsi carico in sede di stesura delle delibere applicative. Si sottolinea inoltre con favore l'inserimento in legge, così come da noi proposto, della possibilità di prevedere contributi fino al 100% per i reimpianti danneggiati dalla calamità, come peraltro consentito dalla normativa europea, dando così una risposta straordinaria ad eventi particolarmente gravi".

Da un punto di vista politico Uv, Pd i Epav sottolineano che "Nonostante il mancato accoglimento di alcune proposte contenute nella proposta di legge 102, si sia voluto, con buon senso e spirito collaborativo, dare un forte segnale di unità di intenti su una tematica di rilevanza capitale per il settore agricolo. Il confronto anche acceso, ma sempre costruttivo, sollecitato dai gruppi di minoranza per cercare di soddisfare tutte le esigenze degli agricoltori ha così trovato la sintesi, grazie all'impegno di tutti i commissari, in un testo di commissione. L'attenzione nostra attenzione rispetto alla tematica rimane comunque alta e lavoreremo per proposte costruttive da sviluppare nel prossimo futuro".

Questo provvedimento è stato iscritto all'ordine del giorno suppletivo dell'Assemblea regionale, convocata per i prossimi 20 e 21 giugno.

Al.Bi.