Tu sei qui

Agitazione dei docenti al Liceo Bérard - Saltato il tentativo di conciliazione

Data: 0 Comments

Il tentativo di conciliazione tra le Organnizzazioni Sindacali della Scuola e il Liceo Bérard di Aosta per lo stato di agitazione dei docenti, proclamato a giugno e confermato da un’assemblea lo scorso 28 settembre, ha avuto esito negativo. Lo fanno sapere Cisl Scuola, Flc Cgil e Snals Confsal a seguito dell'incontro di ieri.

"La mancata conciliazione è stata motivata dal rifiuto della dirigente del Liceo, professoressa Bice Foderà, di riconoscere l’inopportunità della propria azione quando ha modificato unila teralmente il calendario delle attività scolastiche, senza seguire le procedure sancite dalla legge e senza coinvolgere gli organi collegiali, come invece previsto dal Testo Unico della Scuola - spiegano i Sindacati - unica fra tutti i dirigenti delle Scuole Superiori, a giugno la dirigente aveva omesso di convocare il Collegio dei Docenti dopo l’emanazione della circolare n. 10397 del 31 maggio 2017 da parte del Sovrintendente agli Studi, che invitava a modificare il calendario dei corsi di recupero estivi, ribadendo successivamente che avrebbe applicato le deliberazioni del Collegio soltanto se non difformi rispetto a tale invito, di per sé privo di valore legale".

Inoltre in fase di conciliazione, la dirigente "Facendo riferimento a norme superate da accordi successivi, ha sostenuto che i rappresentanti sindacali si erano comportati in modo illegittimo o, comunque, poco collaborativo, apparendo in tal modo non aggiornata sullo stato della normativa di tutela delle libertà sindacali - continuano - alla luce di quanto avvenuto, rileviamo che lo stato di agitazione deriva dalle numerose inosservanze della norma da parte del dirigente e ricordiamo che nella Scuola dell’autonomia il dirigente è innanzitutto il garante della legalità degli atti".

Auspicando che si attui una gestione del Liceo "Più rispettosa della normativa, in particolare per quanto riguarda l’osservanza delle competenze degli Organi Collegiali", Cisl Scuola, Flc Cgil e Snals Confsal invitano "Il Sovrintendente agli Studi ad emanare indicazioni più chiare, quando intende intervenire sulla programmazione di competenza dei Collegi dei docenti, al fine di evitare interpretazioni confuse, fonte di incomprensioni tra docenti e dirigenti" e assicurano "Il proprio sostegno ai docenti del Liceo Bérard nelle eventuali azioni di protesta conseguenti alla mancata conciliazione".

La Redazione