Tu sei qui

Oltre 1.250 presenze per gli eventi al Parco Archeologico di Saint-Martin-de-Corléans

Data: 0 Comments

Ottimo riscontro di visitatori per gli eventi di valorizzazione del Parco archeologico e Museo dell’Area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans svoltisi nei mesi di novembre e dicembre. Sono state infatti oltre 1.250 le persone che hanno assistito agli eventi, svolti nel periodo dal 3 novembre al 16 dicembre, che si sono configurati come prima forma di promozione del sito basata su un’offerta culturale variegata e rivolta a più target di visitatori.

"È una grande soddisfazione - dice l’Assessore Emily Rini - che i visitatori e i turisti abbiano accolto con entusiasmo la serie di eventi di valorizzazione del sito archeologico organizzati dall’Assessorato nei mesi di novembre e dicembre in occasione delle celebrazioni per il Santo Patrono del quartiere e del Marché Vert Noël. Il coinvolgimento della comunità locale, in particolare, ha permesso di svolgere un’azione di forte sensibilizzazione verso il patrimonio culturale, intesa come capacità dei cittadini di riconoscere la loro identità in questo patrimonio, di riconoscerlo come proprio e, di conseguenza, di cooperare per la sua conservazione e valorizzazione".

Sabato scorso, 16 dicembre, l’Area megalitica ha ospitato l’ultimo degli eventi previsti per il periodo autunnale e natalizio. Ad andare in scena è stata la replica della rappresentazione teatrale" Area megalitica – Performance" a cura di Marco Vigna, Anna Azzurra Gigante, Paola Corti e diretta da Valeriano Gialli, con la partecipazione dell’École et Conservatoire de Danse di Ellada Mex, su musiche di Marco Giovinazzo.  Atmosfere suggestive e coinvolgenti hanno caratterizzato anche l’evento "Note al Museo", svoltosi sabato 9 dicembre, che ha raccontato attraverso musiche e brani prettamente polifonici, eseguiti dal coro Les Notes Fleuries du Grand-Paradis di Ornella Manella, la profonda spiritualità del sito.

Infine, conferenze, visite guidate e l’esposizione "Pietra, carta, carbone. I Frottages" di stele realizzati da Ernesto Oeschger ed Elisabetta Hugentobler hanno arricchito l’offerta culturale del museo e del quartiere di Saint-Martin-de-Corléans, coinvolgendo altresì alcuni soggetti del territorio.

La Redazione